La lotta al dolore per la dignità umana

Anestesia e Rianimazione | Redazione DottNet | 10/02/2014 14:25

Si è tenuto a Napoli, l’incontro scientifico dal titolo “ Cultura del sollievo e lotta al dolore”, organizzato dal Rotary club Napoli Ovest e dall’Associazione “Insieme per vincere il dolore” con il patrocinio di Federdolore, Siaarti, Sicp e Asl Napoli 2 Nord.

“E’ un diritto di tutti ricevere le terapie che ci rendono liberi dal dolore fisico – ha affermato il dottor Paolo Cesaro, presidente dell’ Associazione Insieme per vincere il dolore - quando non è più possibile guarire, anche nella fase terminale della malattia, anche nel tormentato processo del morire è un diritto di tutti accedere a programmi assistenziali tracciati nel rispetto della personale e della sua dignità. Sofferenza e sollievo sono due dimensioni di una stessa realtà; prendersi cura del sollievo è il completamento del processo di cura”. “Quando non è più tempo di curare, - continua Cesaro - bisogna preoccuparsi, di aver cura che la qualità della vita dell’ammalato sia la migliore possibile, quando la sofferenza supera la soglia della sopportabilità, bisogna mettere in campo tutte le risorse possibili per dare sollievo all’ammalato e alla sua famiglia, per garantire al paziente una vita accettabile e ridare decoro alla sua persona. Dobbiamo prodigarci affinché si affermi la cultura del sollievo; dobbiamo, insieme, operare per mantenere sempre vivo l’impegno di tutti per una società libera dal dolore inutile e che sostenga il rispetto della dignità dell’uomo come una valore irrinunciabile”. Non sono mancate le relazioni riguardanti l’appropriatezza terapeutica delle cure palliative e l’attuazione della legge 38 in Regione Campania.  Particolarmente apprezzato è stato l’intervento del dottor Sergio Canzanella, manager per l’Italia meridionale dell’European Cancer Patient Coalition (l’organismo internazionale che riunisce oltre trecento associazioni di volontariato e di malati oncologici di tutta Europa), nonché dirigente dell’Associazione House Hospital onlus (che si occupa dal oltre un decennio di volontariato, assistenza sociale e sociosanitaria, formazione e tutela dei diritti dei cittadini).  Il manager hatracciato un articolato excursus sulle principali attività della propria associazione, con particolare riferimento al ruolo esercitato presso il Pain Control Center Hospice di Solofra, il centro per le cure palliative e la terapia del dolore dell’Asl Avellino. House Hospital, infatti, presso la struttura rivolta a malati oncologici o affetti da malattie degenerative, si è fatta promotrice di numerose iniziative, in collaborazione con la stessa Asl e la Cooperativa Nursing Service. Presenti al convegno tutti i direttori delle Asl e delle Aziende Ospedaliere campane.

Fonte: albatros

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato