Patenti, le nuova modalità per la visita medica. Chiesta una proroga

Redazione DottNet | 11/02/2014 21:50

medicina regioni sanità-pubblica

Arriva un nuovo ‘modello’ per le visite mediche d'idoneità alla guida. Lo prevede il decreto del 21 gennaio del Ministero della Salute pubblicato sulla G.U. del 10 febbraio in ottemperanza a quanto previsto dal decreto del 15 novembre 2013 del Capo del Dipartimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Le linee guida sono state messe a punto dal Ministero della Salute che ha definito le modalità di redazione della relazione medica per l’accertamento di idoneità psico-fisica per il rinnovo della patente di guida in via telematica. Ma i camici bianchi non ci stanno perchè “questa non sia altro che l’ennesima burocratizzazione delle procedure e che attribuire al medico o alla Commissione medica atti meramente amministrativi non sia corretto”. E così hanno chiesto alla “Conferenza delle Regioni e delle Province autonome” la proroga di un anno delle vecchie procedure visto che i 20 giorni di tempo ottenuti per adeguarsi alla nuova normativa non sono stati sufficienti. Proroga che secondo i vertici delle associazioni di categoria degli studi di consulenza automobilistica potrebbe presto arrivare. A tutto ciò si sono aggiunti i problemi dei primi giorni con il sistema informatico che in alcune regioni ha bloccato le pratiche. Ricordiamo che la nuova procedura prevede che i medici competenti o la Commissione medica locale a fine visita trasmettano telematicamente - inserendo le proprie credenziali e un PIN al sistema informatico del Dipartimento per i Trasporti – la comunicazione contenente il certificato medico, eventuali prescrizioni mediche riguardanti il conducente o adattamenti al veicolo, la foto, la firma del titolare della patente e gli estremi di avvenuto pagamento. Se la visita ha dato esito positivo, il medico o la Commissione medica, provvede alla stampa di una ricevuta dell’avvenuta conferma di validità della patente (scade dopo due mesi), che viene consegnata immediatamente all’interessato, previa apposizione della firma e del timbro del medico che ha effettuato la visita o del presidente della Commissione medica locale. Con questa sarà possibile circolare mentre il CED della Motorizzazione procederà a spedire al recapito indicato dall’interessato la patente rinnovata.

La Gazzetta ufficiale con il nuovo modello per la visita medica

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: GU