Farmacovigilanza, rafforzati i controlli

Farmaci | Redazione DottNet | 20/02/2014 14:14

I due principali enti regolatori dei farmaci, la Food and Drug Administration (Fda) americana e l'Agenzia europea dei medicinali (Ema), rafforzano la loro collaborazione nella farmacovigilanza, creando un nuovo gruppo sulla sicurezza dei farmaci, come spiegano sui loro siti.

 Sulla base di precedenti videoconferenze, fatte regolarmente tra le due agenzie, e la recente creazione nell'Ema di un comitato di farmacovigilanza per la valutazione del rischio, si è deciso di creare questo nuovo gruppo, che si porrà come un forum per lo scambio di informazioni più sistematico e focalizzato sulla sicurezza dei farmaci. Fda ed Ema hanno già creato gruppi di discussione sui farmaci biosimilari, per il cancro, i farmaci orfani, per i bambini e gli emoderivati, coinvolgendo, in alcuni di questi, anche l'agenzia canadese e giapponese. ''Proteggere la salute e la sicurezza degli americani è un lavoro che non può essere fatto da soli - spiega Janet Woodcock dell'Fda - ma è parte di uno sforzo collaborativo globale tra l'Fda e i suoi partner internazionali, per garantire la sicurezza di tutti''. Il gruppo lavorerà tramite teleconferenze con cadenza mensile. ''In un mercato farmaceutico sempre più globale - aggiunge Guido Rasi, direttore esecutivo dell'Ema - la collaborazione tra agenzie regolatorie è essenziale. Ogni azione presa in un territorio ha ripercussioni nel resto del mondo. La cooperazione internazionale è quindi un'area chiave del nostro lavoro''. Le agenzie regolatorie canadese e giapponese parteciperanno agli incontri in qualità di osservatori

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

 Fonte: fda, ema

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato