Assosalute, sì all'online ma il farmacista è importante

Redazione DottNet | 20/02/2014 14:56

farmacisti ricetta-elettronica farmacia

Bene che il nostro paese abbia recepito la direttiva europea sull’e-commerce dei farmaci da banco, ma non si dimentichi che per l'80% degli italiani è importante potersi avvalere del consiglio del farmacista quando si acquista un “senza ricetta”.

Lo ricorda in una nota Assosalute, l’associazione che rappresenta i produttori di farmaci di automedicazione: il decreto sull’on line, recita il comunicato, «consentirà una maggiore tutela della salute dei cittadini, perché «consentirà loro di orientarsi verso i canali autorizzati quando acquistano farmaci per i piccoli disturbi». Tuttavia, continua Assosalute, è ancora tutto da valutare «il reale impatto che le vendite on line dei farmaci avranno nel nostro Paese, vista la capillarità dei canali distributivi e l’assistenza che i cittadini trovano grazie alla presenza del farmacista». Un sondaggio realizzato dall’associazione nel 2011, ricorda la nota, rivelava che l’80% degli italiani ritiene importante il consiglio del farmacista quando si acquistano medicinali senza obbligo di ricetta. «Resta poi da affrontare» conclude Assosalute «il tema della certificazione dell'informazione su Internet e l'importanza di promuovere fonti riconosciute e certificate. Ci augiriamo che la sfida del web venga colta anche da questo punto di vista. 

Fonte: federfarma

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione