Lazio: Roma, all'ospedale S.Carlo restyling centro chirurgia ortopedica

Redazione DottNet | 21/11/2008 14:29

ginocchio

Conclusi i lavori di ristrutturazione del centro di chirurgia ortopedica dell'ospedale San Carlo-Gruppo Idi di Roma. In occasione dell'apertura dopo il restyling, il centro capitolino offre a tutti i cittadini tre cicli di visite gratuite per le patologie di anca, ginocchio e spalla, nelle quali - riferisce una nota dell'ospedale - l'equipe di ortopedici del San Carlo sarà a disposizione dei cittadini per valutare l'anamnesi clinica e suggerire il percorso migliore per recuperare la propria qualità di vita. Il primo ciclo di visite - precisa la nota – dedicato ai problemi dell'anca è previsto dal 20 novembre al 19 dicembre, per il ginocchio dal 7 gennaio al 6 febbraio e per la spalla dal 9 al 27 febbraio. La visita gratuita può essere prenotata chiamando il numero 06/51075001.
"L'iniziativa del nostro ospedale - afferma Riccardo Giacomi, primario dell'unità operativa complessa di Ortopedia - intende facilitare l'accesso a una corretta diagnosi delle più diffuse patologie articolari.
 

I medici del San Carlo saranno a disposizione dei pazienti e valuteranno insieme a loro quale percorso terapeutico seguire per recuperare la piena autonomia dei movimenti e, soprattutto, ritornare alla normalità".
In Italia - continua la nota - le malattie più frequenti dagli over 50 sono artrosi e artrite, seguite dall'ipertensione e dalle malattie cardiovascolari. Il 18,3 % della popolazione laziale soffre di artrosi e artrite, oltre 1milione di persone, di cui circa 500 mila a Roma. Ogni anno nel Lazio si effettuano 154 mila visite ambulatoriali per ortopedia e traumatologia, per una spesa annua a carico del Ssr di quasi sette milioni di euro. E ogni anno sono 103.488 i ricoveri ospedalieri nei reparti di ortopedia e traumatologia, per una degenza media di otto giorni. I motivi più frequenti di ricovero sono gli interventi all'anca e al femore, gli interventi al ginocchio e alla spalla: si contano infatti 4.745 interventi di sostituzione dell'anca, 125 operazioni alla spalla e 3.260 al ginocchio. Mediamente il 70% sono donne.
Il trattamento delle patologie degenerative articolari a livello di anca, ginocchio e spalla - spiega la nota dell'ospedale romano - non pone più nessun limite di recupero della funzionalità dell'articolazione, purché correttamente gestite. Tuttavia è importante prestare attenzione ai primi sintomi come il dolore e la limitazione nei movimenti. Piccoli segnali che possono aggravarsi e pregiudicare produttività e qualità della vita, rendendo difficili anche i gesti quotidiani come camminare, salire e scendere le scale, allacciarsi le scarpe o pettinarsi. L'iniziativa dell'ospedale - conclude la nota - nasce proprio con quest'obiettivo: invitare i cittadini di Roma e del Lazio ad ascoltare il proprio corpo e a sottoporsi a una visita di prevenzione.