Aids, gli antiretrovirali consentono un'aspettativa di vita normale

Redazione DottNet | 04/03/2014 18:27

Aids farmaci hiv antiretrovirali

Le persone con infezione da Hiv con adeguato recupero immunologico, grazie alla terapia antiretrovirale possono avere un'aspettativa di vita paragonabile alla popolazione sana. E' quanto dimostra uno studio, coordinato dal professor, Giovanni Guaraldi dell'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, che ha coinvolto 10.000 pazienti sieropositivi e 4 centri di ricerca, a Modena, Milano e Aviano.


I risultati - si legge in una nota dell'Università di Modena e Reggio Emilia - sono stati pubblicati sul Journal of Acquired Immune Deficiency Syndrome. Gli autori della ricerca, spiega ancora la nota, "hanno potuto documentare che da un paziente sieropositivo di 40 anni, con adeguato recupero immunologico, ci si può attendere una vita residua di altri di 38 anni, poco diversa dai 41 anni stimata dall'Istat per un cittadino italiano di pari età. Ben diversa la sorte di un HIV positivo della medesima età che non riesca a raggiungere il medesimo target immunologico: per lui l'aspettativa di vita è di appena 23 anni, ovvero quindici di meno". Lo studio, retrospettivo ed osservazionale, è opera dell'Italian Collaborative Hiv Aging Cohort - Ichac, un network di quattro centri di riferimento per la cura dell'infezione da Hiv nel nostro Paese: la struttura complessa di Malattie Infettive dell'azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena; l'Ospedale San Paolo di Milano; l'Ospedale S. Raffaele di Milano ed il Centro Oncologico di Aviano, in provincia di Pordenone.
 

Fonte: ansa