In Toscana la RU486 anche fuori dagli ospedali

Redazione DottNet | 05/03/2014 17:32

In Toscana la pillola Ru486 potrà essere somministrata anche fuori dagli ospedali. A deciderlo, secondo quanto riporta oggi La Repubblica, è il Consiglio sanitario regionale, l'organo tecnico che affianca l'assessorato alla salute. Così in Toscana, primo caso in Italia, la pillola abortiva potrà essere data senza un ricovero ordinario o in day hospital, bensì in consultori e poliambulatori dove la donna che compie questa scelta dovrà restare per due ore dopo aver assunto il farmaco.

 Dopo potrà tornare a casa avendo pero' sempre sottomano il numero telefonico della struttura sanitaria e quello del pronto soccorso ginecologico più vicino. Due giorni dopo potrà tornare nella stessa struttura per la seconda assunzione, fissando una visita di controllo per 15 giorni dopo. "Abbiamo seguito - dice il vicepresidente del Consiglio sanitario regionale e presidente dell'Ordine dei medici di Firenze Antonio Panti - tutte le leggi che regolano l'interruzione di gravidanza. Già la 194 - aggiunge - apriva alla possibilità di introdurre metodiche nuove oltre la chirurgia e indicava le strutture territoriali come luoghi dove praticarle".

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato