Vicenda Avastin, Codacons denuncia Aifa e Corte dei Conti

Redazione DottNet | 06/03/2014 12:47

Dopo la multa inflitta dall'Antitrust a Novartis e Roche per il cartello sui farmaci Avastin e Lucentis, il Codacons passa alle vie legali, e annuncia una denuncia alla Corte dei Conti contro l'Aifa e una class action in favore dei consumatori danneggiati dal cartello posto in essere dalle due aziende.


"Ancora una volta l'Aifa finisce nell'occhio del ciclone per i suoi comportamenti omissivi sul fronte dei controlli, che hanno prodotto un danno al Sistema Sanitario Nazionale - spiega l'associazione - Abbiamo deciso di chiedere alla Corte dei Conti di accertare il maggior esborso a carico dello Stato derivante dal mancato intervento dell'Agenzia sui farmaci Avastin e Lucentis, e di procedere verso i responsabili in caso di danni certi per l'SSN. Alla luce dei fatti, ci aspettiamo inoltre le dimissioni immediate dei vertici Aifa". Ma l'Agenzia Italiana del Farmaco - che già era finita nel mirino del Codacons per lo spreco pari a 114 milioni di euro all'anno dei vaccini pediatrici esavalenti - sarà anche destinataria, assieme a Novartis e Roche, di una class action attualmente allo studio dell'associazione. "Stiamo valutando la possibilità di intentare una azione collettiva contro l'Aifa e le due società coinvolte nello scandalo, finalizzata a far ottenere ai consumatori costretti ad acquistare il farmaco per la vista ad un prezzo molto più alto, - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Ci costituiremo inoltre nelle inchieste aperte a Roma e Torino allo scopo di difendere gli interessi dei cittadini italiani".
 

fonte: codacons