Calano le vendite della pillola contraccettiva: meno 5% nel 2013

Redazione DottNet | 18/03/2014 18:00

Il mercato della contraccezione ormonale è in calo in Italia. Nel 2013 le vendite di pillola sono calate di quasi il 5%.


''Anche a gennaio di quest'anno - spiega Carlo Capo, branded director di un'azienda farmaceutica che produce anche contraccettivi - i dati sembrano confermare l'andamento del 2013. Nel 2011 la riduzione era stata dello 0,9% e nel 2012 era salita al +1,8%, ma si tratta comunque di valori bassi. Credo che a influire sia anche la crisi economica, oltre che un problema culturale''.  E che il costo sia una difficoltà lo confermano anche i dati presentati da Francesca Merzagora, presidente dell'Osservatorio nazionale salute donne (Onda). ''Un'indagine da noi realizzata - evidenzia - ci dice che per una donna su 5 il costo è un limite importante ed è il primo svantaggio in una lista di 10, prima quindi degli effetti sul peso o del ricordarsi di prenderla tutti i giorni''. E anche un'indagine paneuropea, condotta nel 2012 dal sito alfemminile.com, ha rivelato che ''in tutti i Paesi - conclude Merzagora - ad eccezione dell'Inghilterra dove il contraccettivo è gratuito, il costo è il primo degli svantaggi, per il 64% delle intervistate''.

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato