L'osteopata può esercitare solo con la laurea

Redazione DottNet | 19/03/2014 18:09

ministero-della salute professione sanità-pubblica

Le attività svolte dall'osteopata non sono semplici pratiche del benessere, ma "rientrano nel campo delle attività riservate alle professioni sanitarie". A dirlo è il Ministero della Salute, che ha risposto così ad una interrogazione parlamentare dell'on. Binetti (Sc).

L'osteopatia è quindi a tutti gli effetti un'attività sanitaria e come tale può essere esercitata solo da professionisti sanitari regolarmente abilitati tramite il superamento dell'esame di Stato. Chi la pratica senza essere in possesso di una laurea sanitaria commette il reato di esercizio abusivo di professione, problematica nei confronti della quale il Dicastero assicura di essere "quanto mai vigile" e di prendere "parte attiva nel contrasto agli illeciti dei soggetti non autorizzati all'esercizio delle professioni sanitarie". Plaudono le professioni del settore. "La chiara posizione del Ministero chiude ogni possibilità a chi - spiega il presidente del Conaps, Coordinamento delle professioni sanitarie, Antonio Bortone - tentando di far passare l'osteopatia, che resta un approccio non convenzionale, come una pratica 'del benessere', cercava in realtà una scorciatoia per praticare attività sanitaria, senza esservi abilitato".

fonte: ministero della salute