Al via Cosmoprof, il salone della bellezza

Redazione DottNet | 20/03/2014 12:42

farmacia cosmesi

La community internazionale della bellezza si dà appuntamento dal 4 al 7 aprile 2014 per la 47esima edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna, la manifestazione che costituisce un osservatorio privilegiato dell'andamento dell'industria cosmetica.

 L'edizione 2013 ha registrato il risultato record di 193.842 visitatori (+14%) di cui 48.823 provenienti dall'estero (+22%), con 2390 espositori di cui 1500 esteri e 24 collettive nazionali, numeri che confermano la vocazione globale della iniziativa, che è presente anche all'estero con le piattaforme di Las Vegas e Hong Kong. Come ha spiegato Duccio Campagnoli, presidente di BolognaFiere e di Sogecos, la società che organizza Cosmoprof, questo hub ha visto raddoppiare in pochi anni le sue dimensioni, grazie alla "capacità di unire l'intero universo di bellezza in un unico appuntamento di business" che rappresenta "un momento di aggiornamento e di informazione professionale di altissimo livello". Il cuore dell'edizione 2014 sarà l'Agorà in una nuova veste, una sorta di museo del profumo, ma anche di arte classica, pop e contemporanea. Questo spazio ospiterà il Vogue Beauty Talents Lounge, dove la rivista evocherà i 50 anni della sua edizione italiana, diretta da Franca Sozzani, mettendo in mostra cinque copertine che hanno segnato la sua storia. Infine, il padiglione 21N si trasformerà in 'zona green',e ospiterà la mostra di Oliviero Toscani, con le immagini assemblate da Marirosa Toscani sul tema della bellezza senza tempo della natura, volti ricreati come in un giardino alla Arcimboldo. "Non mi era mai capitato di avere a che fare con la bellezza vera come durante questo lavoro - ha detto Oliviero Toscani - creando la bellezza di volti attraverso le composizioni di fiori, foglie, piante. Una bellezza davvero naturale". 

Nel 2013, il mercato cosmetico italiano ha messo a segno un valore oltre i 9,5 miliardi di euro. A dirlo è il presidente di Cosmetica Italia Fabio Rossello snocciolando i dati di settore in occasione della presentazione della 47esima edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna, in programma dal 4 al 7 aprile prossimi. "Il comparto ha registrato un calo dei consumi marginale (-1,2%) e un aumento delle esportazioni dell'11% - ha aggiunto Rossello - per un valore vicino ai 3,2 miliardi di euro. L'impatto dell'export sostiene la produzione, 9,3 miliardi di euro, in crescita del 2,6%: per la prima volta le esportazioni crescono sia in quantità che in valore, a testimonianza della più ampia competitività acquisita dalle imprese nazionali¯. Per quanto riguarda i consumi, emerge che gli italiani non rinunciano all'acquisto del cosmetico, in quanto prodotto indispensabile di igiene quotidiana e di benessere personale, ma all'interno delle varie famiglie di prodotto si spostano "verso fasce di prezzo più economiche e dal miglior rapporto qualità -prezzo - ha spiegato Gian Andrea Positano, responsabile del Centro Studi di Cosmetica Italia - ecco perché cala lievemente il valore del mercato cosmetico, ma non il volume dei prodotti venduti". Le vendite dirette a domicilio registrano un aumento del 4,5% superando i 450 milioni di euro. Nel dettaglio, mentre l'erboristeria mette a segno un +2,8%, per un valore di 409 milioni di euro, recupera anche la farmacia che, dopo un calo negli esercizi precedenti, torna a crescere dello 0,3% superando i 1,75 miliardi di euro. Calano, invece, la profumeria (-3,8% a 2,1 miliardi di euro) i prodotti professionali per l'estetica (-5,5% a 242 milioni di euro) e quelli per l'acconciatura (- 8,4% a 591 milioni di euro). 

 

La bellezza si fonde con il naturale e costa anche meno. Dopo anni di chimica, sintesi e chirurgia estetica costosa la svolta è nella terra, nei fiori, nei frutti e negli acquisti più equi. Saldi, 3x2 e offerte hanno salvato le vendite dei cosmetici in Italia. Il comparto della bellezza sará in mostra a Bologna, in occasione di cosmopack e cosmoprof, fiera internazionale dell'estetica, in programma dal 2 al 7 aprile alla fiera di Bologna. Qui esporranno 2.450 aziende del comparto, provenienti da 33 paesi diversi. In mostra gli agrumi dal sud Italia, succhi di mele, polvere di diamante, platino, linfa degli alberi di cedro usata al posto dell'acqua, bacche di goji e acai e alghe rosse, che saranno alla base delle formule dei nuovi prodotti di bellezza. "Il valore del mercato cosmetico italiano ha superato i 9.500 milioni di euro nel 2013, con un calo dell'1,2% rispetto allo scorso anno, trascinano il fatturato la grande distribuzione e le erboristerie - ha spiegato Fabio Rossello, Presidente Cosmetica Italia, associazione nazionale imprese cosmetiche - l'export dei cosmetici made in Italy registra inoltre un incremento dell'11% per un valore prossimo ai 3.200 milioni di euro". "I consumatori italiani non hanno rinunciato alla bellezza ma hanno usufruito del moltiplicarsi di sconti, offerte e 3x2 che le imprese hanno effettuato sempre di più lo scorso anno" ha precisato Gian Andrea Positano, centro studi Cosmetica Italia. A sottolineare la tendenza della bellezza naturale, all'imminente cosmoprof di Bologna, il fotografo Oliviero Toscani esporrà 35 fotografie di donne bellissime, fatte di composizioni di fiori, foglie e frutta, un erbario arcimboldesco. "Dopo anni di fotografie di grandi modelle al top, penso ad una bellezza femminile più vera e soprattuto unica, così le mie modelle sono fatte di fiori. La bellezza è unicita. Ho creato un giardino di facce di nuova bellezza".

fonte: cosmoprof