Mef, cala la spesa farmaceutica convenzionata

Redazione DottNet | 24/03/2014 20:11

farmaci spesa-farmaceutica ssn farmacia ministero-economia

In deciso calo la spesa farmaceutica convenzionata: il ministero dell'Economia ha diffuso i dati relativo al 2012 dove appare una diminuzione dell'8,6 per cento della spesa, pari a 9,011 miliardi di euro.

Secondo il Mef, la consistente riduzione della spesa farmaceutica convenzionata si è realizzata quale risultato dell’effetto combinato di diversi fattori quali:
- il potenziamento della distribuzione diretta - soprattutto nelle Regioni soggette a Piano di rientro - che ha determinato lo spostamento di quote di mercato dal canale convenzionale verso quello della distribuzione diretta, con il conseguente risparmio a vantaggio delle Regione, dato dalla minore remunerazione della filiera distributiva;
- l’implementazione dell’attività di monitoraggio del livello di appropriatezza delle prescrizioni terapeutiche;
- ulteriori misure destinate a conseguire risparmi di spesa attraverso aumenti degli sconti sul prezzo dei farmaci a carico di grossisti e farmacisti, Gli effetti economici conseguenti all’introduzione di un extrasconto a carico del farmacista dell'1,82%, l’introduzione di un pay-back dell'1,83% a carico del produttore, l’allineamento del prezzo di riferimento della lista di trasparenza AIFA al prezzo dei farmaci a brevetto scaduto vigente in altri Paesi Europei.
Tra i fattori che hanno concorso alla riduzione della spesa farmaceutica convenzionata vi è stato, inoltre, l’incremento della compartecipazione alla spesa da parte del cittadino a seguito dell’aumento della misura dei ticket in molte Regioni, in cui essi erano stati già operativi e alla loro adozione anche in Regioni nelle quali sinora tale forma di compartecipazione non era stata introdotta. Le tipologie di compartecipazione hanno riguardato sia il ticket imposto dalla Regione di riferimento sulla ricetta o sui pezzi prescritti, sia la quota a carico del cittadino data dalla differenza tra il prezzo al pubblico del farmaco a brevetto scaduto "di marca" e il prezzo di riferimento a carico del SSN dato dal generico.

fonte: mef