Ricetta elettronica, le prossime tappe

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 22/04/2014 14:05

Dopo tanti intoppi riparte in Italia il processo di 'dematerializzazione' delle prescrizioni mediche. Dopo Pasqua la ricetta elettronica arriverà nelle Marche, così come stabilito dal protocollo d'intesa firmato da Federfarma e dall'assessorato regionale alla Sanità, e in rampa di lancio c'è anche la Toscana.

 Nella Marche la prima a cimentarsi sarà la provincia di Pesaro, poi progressivamente la prescrizione 'dematerializzata' si allargherà al resto del territorio marchigiano. Circa duecento i medici coinvolti in questa prima fase di digitalizzazione, che è parte integrante della spending review interna alla sanità. Le farmacie, fa sapere Federfarma, associazione che riunisce i titolari, sono già attrezzate con i software aggiornati. "In base a quanto concordato nel protocollo", spiega Pasquale D'Avella, presidente di Federfarma Marche, "restano fuori dalla digitalizzazione i farmaci in 'distribuzione per conto', ovvero quelli erogati in farmacia ma per conto di aziende sanitarie, come l'ossigeno, i prodotti dell'integrativa, gli stupefacenti e le ricette limitative". Dopo i molti intoppi e rallentamenti che hanno riguardato la dematerializzazione delle prescrizioni l'Italia sembra quindi essersi rimessa in carreggiata e le Regioni sembrano intenzionate a procedere più speditamente che in passato. Si appresta, infatti, ad abbandonare le classiche ricette rosse anche la Toscana, dove proseguono gli incontri formativi tra Sogei e titolari. A partire sarà la provincia di Empoli, per poi allargarsi al resto della regione.

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato