Federfarma Emilia: lotteremo contro la distribuzione diretta

Farmacia | Redazione DottNet | 22/04/2014 18:00

"Arginare la Distribuzione diretta da parte delle Asl, che di fatto sta minando la reale sopravvivenza del sistema farmacia, proponendo la formula di Distribuzione per Conto senza ulteriori oneri per il Servizio sanitario regionale". È il primo obiettivo del nuovo Consiglio Direttivo di Federfarma Emilia-Romagna, alla cui guida per altri tre anni sarà ancora il presidente uscente Domenico Dal Re.

 In una nota di Federfarma regionale, ci si propone di proseguire il confronto sul tema, che produrrà un duplice vantaggio: la copertura sia territoriale sia di servizio delle farmacie, senza costi aggiunti; una reale assistenza dei cittadini nella cura, con un referente che non solo consegna le medicine, ma che li può prendere in carico come pazienti, gestendone di fatto le più complesse patologie controllandone, ad esempio, gli eventuali effetti collaterali e reazioni avverse. In sintesi - sottolinea la nota - "occorre rispettare e seguire il principio fondante secondo il quale le farmacie sono sul territorio per garantire l'assistenza nella fase di utilizzo del farmaco, che non si può trattare alla stregua di un prodotto da spesa quotidiana, ma deve essere considerato nel contesto di un percorso terapeutico che solo un professionista della salute può monitorare. In alcune province della regione questo sistema viene applicato con successo, è solo ora di allargarne la portata". Questo sistema non è però indolore per le farmacie, sia sul piano dell'impegno personale, sia dell'economicità della gestione; nonostante ciò, Federfarma Emilia-Romagna "confida di convincere i colleghi di tutte le associazioni provinciali a rendersi disponibili per questa soluzione, in perfetta sintonia con le farmacie pubbliche e l'Ordine dei Farmacisti". "Ricordiamo che la Farmacia è una concessione dello stato - ha concluso Dal Re - creata proprio per offrire un servizio capillare ed efficiente a tutta la cittadinanza. Abbiamo costruito insieme un modello di sanità considerato tra i migliori al mondo. In Emilia-Romagna abbiamo saputo in molti casi anticipare i tempi, trasformando l'idea della farmacia dei servizi in realtà e facendola divenire a pieno titolo il primo punto di riferimento del Servizio Sanitario. Il prezzo che paghiamo va dunque considerato in termini evolutivi, un investimento per il presente e il futuro del nostro sistema".

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato