Premio 'Angela Bertin' a Valeria Sordi, 18 mila euro alla ricerca

Redazione DottNet | 25/11/2008 15:30

E' stato assegnato a Valeria Sordi il Premio 'Angela Bertin' per la ricerca sul diabete.
Una borsa di studio pari a 18 mila euro che vede alleati la Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor e l'azienda farmaceutica Sanofi-Aventis, per sostenere i giovani 'cervelli' impegnati a migliorare la qualità della vita dei pazienti diabetici.
Comprendere sempre meglio i meccanismi che scatenano il diabete e diffondere le conoscenze sulla malattia sono gli obiettivi del premio intitolato alla dottoressa Angela Bertin - ricorda una nota di Sanofi-Aventis - impegnata nella lotta alla malattia prima come medico e poi come paziente. Dopo essersi formata all'Istituto scientifico San Raffaele di Milano, Bertin ha lavorato a Hoechst Italia Spa, ora Sanofi-Aventis Spa.

 

Il premio a lei dedicato si rivolge quindi a ricercatori che abbiano collaborato con il San Raffaele o che vi operino tuttora. "Ho avuto il piacere e l'onore di lavorare insieme ad Angela Bertin, condividendone la passione e l'impegno per la lotta alla malattia diabetica - afferma Arturo Zanni, Deputy General Manager di Sanofi-Aventis Italia - Il suo impegno era lo stesso di Sanofi-Aventis, che opera da 85 anni in questo settore". Il gruppo offre a medici e malati analoghi insulinici ad azione rapida e ad azione prolungata (tra cui l'insulina glargine, unico analogo senza picco a singola dose quotidiana attivo per 24 ore), oltre a penne per il rilascio di insulina dal design innovativo come Solostar*, che permettono di modificare positivamente il rapporto tra i pazienti e il farmaco.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato