Lorenzin, presto un piano contro l'epatite C

Infettivologia | Redazione DottNet | 06/05/2014 15:08

Il ministero della Salute sta per lanciare un piano nazionale per l'eradicazione dell'epatite C basato sui farmaci innovativi in arrivo che permettono la completa guarigione dei pazienti. Lo ha annunciato il ministro Beatrice Lorenzin durante un incontro con l'azienda Abbvie.

 

 ''Dobbiamo far comprendere ai cittadini che stanno arrivando farmaci che salvano vita delle persone con grande impatto anche umano- ha spiegato Lorenzin - che però sono molto. Io tratterò sul prezzo, ma dall'altra parte bisognerá fare qualche sacrificio. Noi abbiamo una cultura che non dobbiamo perdere, che pone al centro l'uomo, e non posso accettare il fatto che i farmaci vengano dati con politiche selettive, solo ad alcuni malati. Io porterò un piano nazionale per l'eradicazione in consiglio dei Ministri, perchè sono scelte che non può fare solo il ministro della Salute''. Secondo il ministro sui farmaci innovativi bisogna trovare un compromesso. '' Da una parte le aziende fanno scoperte, ma dall'altra glistati non possono andare falliti, bisogna trovare un modo di convivenza che oggi vale per l'epatite c, domani per l'Alzheimer, dopodomani per il Parkinson''. Proprio lo stabilimento visitato dal ministro ha tra i farmaci in produzione uno dei tre che fanno parte della terapia dell'epatite C sviluppata da Abbvie e in corso di registrazione. ''L'azienda ha 1200 dipendenti in Italia, di cui quasi mille impiegati nello stabilimento - ha spiegato l'amministratore delegato di Abbvie Italia Fabrizio Greco - e i nostri farmaci sono esportati in 110 paesi. In corso l'azienda ha oltre 20 test clinici di fase 2 e 3, e solo nel 2013 sono stati investiti 2,5 miliardi in ricerca.

 

fonte: ministero salute, Abbvie

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato