Il cosmetologo entra in farmacia: boom dell'angolo bellezza

Redazione DottNet | 13/05/2014 14:19

Per creme di bellezza, massaggi, cure per il viso e trucco si va in farmacia. Il 10% delle 21.000 farmacie italiane ha il cosmetologo o l'estetista in negozio con un'area dedicata all'estetica, dotata spesso anche di poltrona e specchio per trucchi personalizzati. Sono invece ad oggi almeno 300 le farmacie dotate anche di cabina estetica per poter effettuare trattamenti per i problemi dermatologici e l'invecchiamento del viso e massaggi per il corpo.

Ancora poche ma chiari segnali di cambiamento.  "Il trend della cosmesi in farmacia è in crescita costante e, dal 2000 ad oggi, l'incremento medio dei cosmetici venduti in farmacia è stato dell'8,7% annuo. Dal 2007 ad oggi il volume di vendita dei cosmetici in farmacia è triplicato, erano 790 milioni di euro ed ora siamo arrivati a circa 2 miliardi di euro, - spiega Vincenzo Maglione, Presidente Gruppo Cosmetici in farmacia di Cosmetica Italia, associazione nazionale delle imprese cosmetiche - Si assiste anche ad un boom della crescita delle parafarmacie con ampi spazi dedicati alla bellezza ed al benessere: sono Il 9,8% con un fatturato di 172 milioni di euro, mentre i corner dedicati alla cosmesi fatturano 93 milioni di euro e salgono a quota 9,3%". Sottolinea Maglione: "Nonostante la crisi e il calo della spesa media annua degli italiani per makeup e creme che questo anno di ferma ad 86, 3 euro con una diminuzione di 13 euro rispetto a 4 anni fa, il segmento delle farmacie cresce ed è il più dinamico, dotato di una valenza salutistica oltre che estetica. La farmacia dà fiducia ai consumatori che si rivolgono al farmacista e al cosmetologo per avere prodotti e servizi specifici, insieme a consigli professionali sui vari problemi estetici da risolvere. Immaginiamo che le sedi dotate di cabine estetiche e aree riservate all'estetica aumenteranno ancora".
 

fonte: cosmofarma, cosmetica italia

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato