Sistri, quando i soci sono dipendenti della farmacia

Farmacia | Redazione DottNet | 26/05/2014 15:05

I soci della farmacia vanno conteggiati tra i dipendenti soltanto se ricevono un compenso per l’attività svolta (così come risulta da fatture o altra documentazione fiscale); laddove riceva soltanto gli utili dell’impresa farmacia, il socio non rientra nel novero dei dipendenti. La precisazione arriva dalla circolare diffusa ieri da Federfarma e fa riferimento al decreto dell’Ambiente datato 24 aprile che escludeva dall’obbligo di adesione al Sistri le aziende fino a dieci dipendenti.

 Ai fini del conteggio – aveva già avvertito il sindacato in una precedente circolare – va considerato che per «dipendenti» si intendono gli addetti occupati con una posizione di lavoro indipendente o dipendente (a tempo pieno, parziale o con contratto di formazione lavoro), anche temporaneamente assenti (per servizio, ferie, malattia, sospensione dal lavoro, cassa integrazione guadagni, eccetera). Anche i lavoratori stagionali partecipano alla somma, in base però a una frazione di unità lavorativa annua commisurata alle giornate effettivamente retribuite a ciascun addetto.

 

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato