Le donne minacciate dai contaminanti ambientali

Ginecologia | Medical Information Dottnet | 28/05/2014 13:35

I ricercatori dell’Universidade de São Paulo hanno individuato un numero, in costante aumento, di contaminanti ambientali che sono in grado di alterare il sistema endocrino; in particolare quello della donna.

Molte sostanze chimiche, come pesticidi, bisfenolo A, ftalati, diossine e fitoestrogeni, possono interagire con il sistema riproduttivo femminile; inizialmente si è ipotizzato che queste sostanze esercitano i loro effetti legandosi ai recettori ormonali e ai fattori di trascrizione, ma oggi si ritiene che essi possano alterare l'espressione degli enzimi coinvolti nella sintesi degli steroidi.

Tra le malattie del tratto riproduttivo femminile associate all'esposizione dei contaminanti ambientali, si distinguono: sindrome dell'ovaio policistico e insufficienza ovarica prematura.

Se l’argomento ti interessa e vuoi conoscere i risultati dello studio, leggi l’articolo intitolato: Effects of endocrine disruptors in the development of the female reproductive tract

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato