Farmindustria, pronti ad investire 1,5 miliardi

Aziende | Redazione DottNet | 11/06/2014 19:08

"Negli ultimi 10 mesi ci sono stati due governi e nonostante gli ennesimi tentativi di ridurre la spesa farmaceutica, i tagli sono stati tolti dalla bozza di finanziarie. Renzi è un primo ministro molto acuto e sveglio perché ha tolto i tagli alla farmaceutica e questo ha comportato che è ripartita la fiducia degli investitori locali e internazionali. Se questo paese ci dà stabilità noi abbiamo 1,5 miliardi di investimenti pronti e 1500 nuovi assunti da portare il prossimo anno".

Lo ha detto il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, intervenendo ad un'iniziativa in Consiglio regionale della Toscana. Come settore farmaceutico, ha ricordato, "siamo la prima associazione di Confindustria, abbiamo 174 stabilimenti" e nel complesso "siamo la seconda presenza industriale dopo la Germania e la prima per produttività. Il 70% della nostra produzione inoltre lo esportiamo".  "Lo Stato - ha sottolineato il presidente di Farmindustria - spende 12 miliardi l'anno per i medicinali, noi aziende che li produciamo solo per tasse, retribuzioni e contribuzione ne spendiamo 13 di miliardi". In Italia, ha detto ancora, "era facile fare cassa sul bancomat del settore farmaceutico. Questo senza rendersi conto che tagliando la spesa farmaceutica, si incideva poco sull'aumento della spesa sanitaria e si creava un danno al Pil. Stato e Regioni - ha concluso - dovrebbero avere l'interesse di incrementare l'investimento sui medicinali".

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato