Assogenerici: abbiamo fatto risparmiare 4 miliardi all'Ssn

Farmaci | Redazione DottNet | 17/06/2014 20:52

Equivalenti e biosimilari hanno prodotto risparmi per oltre 4 miliardi di euro dal 2000 ad oggi" per il Sistema sanitario nazionale e utilizzandoli "si allarga l'accesso alle cure per migliaia di pazienti".

 Lo ha dichiarato il presidente di Assogenerici, Enrique Häusermann, intervenendo al V Convegno dell'associazione dei produttori di farmaci 'senza brevetto', che si è tenuto oggi a Roma. E i risparmi potrebbero aumentare ulteriormente, visto che "da qui al 2018 scadranno i brevetti di diversi farmaci biologici che rappresentano circa 57 miliardi di spesa a livello globale, 1,5 dei quali solo in Italia". Tuttavia, ha spiegato, "se i risparmi generati non rimangono nel settore, non servono ad ampliare l'accesso alle cure dei pazienti o a coprire i costi dei nuovi farmaci che arriveranno sul mercato, nessuno sarà realmente incentivato ad usare i generici, e ancor più i biosimilari, per avere a disposizione nuove risorse". Quanto invece si potrebbe fare investendo sul generico, secondo Häusermann, emerge dai numeri: "con l'utilizzo del Filgrastim biosimilare, che ha una quota di utilizzo pari al 72% in Italia, il numero di pazienti trattati è aumentato del 10%. In UK, dove la quota di utilizzo del biosimilare raggiunge l'83%, i pazienti trattati sono aumentati del 44%". Molte, d'altronde, le persone che, nel nostro Paese, sperano in un migliore accesso alle cure. Basti pensare, sottolinea, che "solo il 50% dei pazienti affetti da artrite reumatoide sta ricevendo cure appropriate".

 

fonte: assogenerici

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato