L'Europa autorizza un uso più esteso del fingolimod

Redazione DottNet | 19/06/2014 20:21

La Commissione Europea ha approvato l'allargamento dell'indicazione per fingolimod nella sclerosi multipla recidivante-remittente (Smrr) fino a includere i pazienti adulti che non hanno risposto alla terapia con un qualsiasi altro farmaco utilizzato per modificare la malattia (Dmt, Disease-Modifying Therapy) , inclusi i trattamenti con gli interferoni e quelli orali approvati di recente.

Ad annunciarlo in una nota la multinazionale farmaceutica Novartis." E' una buona notizia per noi specialisti - dichiara Gianluigi Mancardi, direttore del Dipartimento di Neuroscienze, Riabilitazione, Oftalmologia, Genetica e Scienze Materno Infantili dell'Azienda Ospedaliera-Universitaria "San Martino" di Genova - perché ci consente di avere a disposizione una terapia efficace e dal riconosciuto favorevole rapporto beneficio-rischio, per tutti quei pazienti nei quali gli altri Dmt hanno fallito". "L'implementazione delle indicazioni all'utilizzo di fingolimod - spiega Vincenzo Brescia Morra, responsabile dell'U.O.S. Sclerosi Multipla dell'azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli - è certamente un'arma in più per l'obiettivo comune della riduzione della progressione della disabilità motoria e del deficit cognitivo in una popolazione in gran parte costituita da soggetti giovani tra i 20 e i 30 anni, quindi nel periodo della vita di massima progettualità, con conseguente riduzione dei costi socio-assistenziali sul medio-lungo periodo".

 

fonte: novartis

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato