Cannabinoidi, Emilia approva la legge per l'erogazione dei farmaci

Redazione DottNet | 01/07/2014 17:49

farmaci sanità-pubblica cannabinoide

La commissione regionale Salute e Politiche sociali, presieduta da Monica Donini, ha licenziato il progetto di legge "per l'erogazione di farmaci a base di cannabinoidi", cavallo di battaglia del libertario Franco Grillini (LibDem) e storico leader del movimento gay, sottoscritto a larga maggioranza da Pd, Fds, Sel-Verdi, Idv, M5s e dall'indipendente Favia.

Sostanzialmente astenuta  o defilata l'opposizione di Udc, Fi e Lega nord, che ha rinviato al passaggio conclusivo in Aula prese di posizione più puntuali, dopo la polemica della scorsa seduta di commissione quando era stato criticato al relatore Grillini l'aver proposto "temi non pertinenti, come la produzione e la coltivazione di piante di cannabis". L'obiettivo del progetto di legge è rendere disponibile ai pazienti (circa 200 attualmente in Emilia-Romagna in terapia del dolore con l'uso anche di cannabinoidi) "un farmaco a costo piu' basso e nel minor tempo possibile, attraverso un accordo con l'Istituto farmacologico militare e il Centro superiore di ricerca di Rovigo per la fornitura del principio attivo, così da evitare gli ordini all'estero, che allungano i tempi e aumentano i costi". Approvati in commissione anche 13 emendamenti del relatore Grillini. In particolare, per i farmaci cannabinoidi che hanno l'Autorizzazione all'immissione in commercio (Aic) in Italia si osserveranno, altresì, le indicazioni del Prontuario regionale; la loro preparazione sarà disciplinata dalla normativa statale nel rispetto delle farmacopee ufficiali; la prescrizione sarà del medico specialista e dovrà avvenire, in ogni caso, nell'ambito di un protocollo che evidenzi l'obiettivo terapeutico e la sicurezza nell'uso dei farmaci, nonché prevedere criteri di follow-up del paziente. Infine, per l'omogenea applicazione della legge sul territorio la Giunta regionale potrà "adottare atti esplicativi ed elaborare proposte e pareri sull'utilizzo appropriato dei farmaci cannabinoidi".