Bancomat, ancora pochi i Pos. Arrivano le prime app dedicate

Redazione DottNet | 02/07/2014 09:59

Per adeguarsi alla normativa sul bancomat nessuno si è scapicollato. D'altra parte se l'obbligo non prevede sanzioni qualcuno doveva pur aspettarselo. Una contraddizione che appare evidente dai primi sondaggi effettuati da banche e associazioni di consumatori: solo 700 mila, su un totale di 3,5 milioni, i soggetti che hanno installato lo strumento grazie al quale si possono accettare bancomat, carte di credito e di debito.

 In pratica, solo il 20% di coloro i quali sono chiamati per legge ad adeguarsi si è messo in regola. Il che vuol dire che su una potenziale platea di 5 milioni di contribuenti, in Italia i Pos in funzione (nel calcolo è compresa una quota di 1,5 milioni in funzione già da tempo) sono appena 2,2 milioni. Si tratta di un’operazione che negli intenti che ha il duplice obiettivo di semplificare la vita dei consumatori ma anche di contribuire alla lotta all’evasione. Ma per ora la cosa non decolla.

 

Intanto cominciano a diffondersi le prime App studiate allo scopo. Tra queste c'è DoctorPay, un'applicazione mobile – realizzata da Moneynet, approvata da Consulcesi, con una soluzione nata in condivisione con oltre 50mila medici – che consente di gestire le transazioni rapidamente e in sicurezza. Con DoctorPay, dedicata a tutti i professionisti che operano in campo sanitario, si potranno ricevere pagamenti, in qualsiasi posto ci si trovi e con estrema semplicità. Sarà sufficiente avere a disposizione una connessione Bluetooth allo smartphone o al tablet con una compatibilità totale per tutti i sistemi operativi (iOS e Android). Esclusa la transazione – comunque in linea con il mercato e comprensiva anche dei servizi aggiuntivi – tutto il resto è completamente gratuito: dall'applicazione mobile al dispositivo, che si potrà richiedere senza canone, senza spese di attivazione e con la garanzia di transazioni sicure.

 

Proprio quello che chiedeva l’85% dei professionisti della sanità nel rispondere ad un sondaggio di Consulcesi, in cui si evidenzia anche come più del 60% cerchi una soluzione “portabile”. “Siamo molto soddisfatti di aver messo a disposizione di tutti i medici italiani, attraverso Consulcesi, le nostre competenze nell'ambito della Monetica per lo sviluppo di una soluzione che sarà in grado di supportare i professionisti rispetto all'attuale scenario di evoluzione normativa che impatta sul mondo dei sistemi di pagamento – ha commentato Marco Di Marco, Presidente di Moneynet –. Doctor Pay è una soluzione semplice e innovativa che potrà essere utilizzata da ogni medico indipendentemente dall'operatore telefonico scelto per il proprio smartphone e dalla banca in cui ha aperto il proprio conto corrente”. “DoctorPay, grazie al lavoro di Moneynet, è stato scelto da Consulcesi ancora una volta nell'ottica di mettere il medico al centro dei nostri servizi – commenta Edoardo Pantano, Vicepresidente della più grande realtà medica italiana e tra le principali in Europa – accompagnandolo per mano nel processo di innovazione che vive il mondo della sanità, garantendo sempre il top sul piano della tutela del professionista. Ringrazio OMCeO, Enti e Associazioni convenzionate che, attraverso gli accordi che stiamo stipulando, permetteranno sempre ai propri iscritti di accedere alle soluzioni individuate, con ulteriori vantaggi”.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato