Napoli, ad agosto pronto soccorso a rischio per mancanza di personale

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 15/07/2014 08:12

Ad agosto si rischia il collasso dei reparti di emergenza e, dunque, di pronto soccorso. A lanciare l'allarme è Maria Triassi, direttore del Dipartimento di Sanità pubblica della Federico II.

 Secondo i dati forniti, ad agosto, per fare fronte alla diminuzione di personale causata dai turni ferie, il 20 per cento dei reparti degli ospedali campani sarà accorpato. ''L'accorpamento dei reparti - spiega Triassi - causerà un maggiore afflusso nei pronto soccorso dove, negli ultimi due anni, si è già registrato un incremento della richiesta di prestazioni del 15 per cento a causa delle diverse chiusure di strutture sanitari e dovute al piano di rientro della sanità''. Per fare fronte alla situazione, - a quanto riferito da Triassi - ''non è escluso che per mantenere operativi gli ambulatori e garantire assistenza, i medici precari e i contrattisti si vedano bloccate le ferie''. La carenza di personale sanitario sconta il pensionamento del 20 per cento di unità che - sottolinea Triassi - ''non sono mai state sostituite. E' necessario che lo sblocco del turnover tanto annunciato ci sia quanto prima''. Nell'ambito del comparto sanitario, la situazione più ''drammatica'' riguarda il personale infermieristico. I dati dicono che in Campania mancano più di 800 infermieri di cui circa 200 al Policlinico universitario Federico II. ''Temo - conclude Triassi - che, questa estate, a soffrire a causa del deficit di personale sanitario saranno i reparti di emergenza che vedranno arrivare i tanti cittadini che non trovano assistenza nei presidi territoriali''.

 

fonte: federico II

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato