Carenze, insediato un gruppo di studio

Farmaci | Redazione DottNet | 15/07/2014 09:40

Sarà un gruppo di lavoro costituito da cinque rappresentanti di farmacie, distributori e industrie a cercare una exit strategy da irreperibilità e mancanti.

E’ l’esito della riunione di ieri del tavolo sulle carenze: ospitato nella sede di Farmindustria, l’incontro ha visto la presenza di tutte le sigle della filiera, in rappresentanze delle farmacie (Federfarma, Assofarm e Fofi) dei distributori (Adf e Federfarma Servizi, dalla quale era partita la proposta di una nuova riunione), dei produttori (Assogenerici oltre alla già citata Farmindustria) e dei depositari (Assoram).
Dopo un primo giro di interventi, le sigle hanno convenuto sull’opportunità di delegare a un gruppo ristretto di esperti la prosecuzione del lavoro, ossia analisi del problema (anche alla luce dell’ultimo decreto del Ministero) e ricerca di ulteriori soluzioni percorribili. In particolare, dovrà essere compiuta una ricognizione accurata del fenomeno, anche per misurare dimensioni e valore del mercato del parallel trade, per poi individuare ogni genere di proposta (anche legislativa) con cui conciliare la libertà di esportazione garantita dal mercato unico e il diritto alla salute dei cittadini. La commissione dovrebbe completare il proprio lavoro nel giro di due o tre mesi circa.

 

fonte:federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato