Lorenzin, un Patto per la salute tra territorio e farmacie

Redazione DottNet | 15/07/2014 09:43

«Con questo Patto abbiamo affrontato i grandi temi della sanità». C’è soddisfazione nell’editoriale del ministro Lorenzin che accompagna l’ultimo numero di SaluteInforma+, la newsletter settimanale del dicastero. Interamente dedicato all’accordo di giovedì scorso, l’articolo passa in rassegna i punti nodali dell’intesa e lascia intravedere le trasformazioni che interesseranno il Ssn.

Per esempio, vedrà la luce «un sistema di monitoraggio, analisi e controllo dell'andamento dei singoli Sistemi sanitari regionali, che consentirà di rilevare in via preventiva eventuali e significativi scostamenti delle performance in termini di qualità, quantità, sicurezza, appropriatezza ed equità dei servizi erogati». In più, l’applicazione del Patto sarà governata «da una Cabina di regia politica, che ne garantirà il monitoraggio costante e verificherà l'attuazione di tutti i provvedimenti» grazie anche a un «Tavolo tecnico istituito presso l'Agenas».
L’accordo, poi, promette la «reale promozione dell'assistenza territoriale», intesa come uno dei pilastri «su cui fondare tutte le iniziative necessarie per garantire la tutela della salute uniformemente sul territorio nazionale». Ed è in questo capitolo che rientra la farmacia dei servizi: come si ricorda nella newsletter, tra gli impegni del Patto c’è infatti la riorganizzazione della medicina del territorio con ruoli da protagonista per i medici di medicina generale i pediatri di libera scelta e le farmacie del territorio.

 

fonte: ministero salute, federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato