Radioterapia in tre minuti

Oncologia | Redazione DottNet | 01/12/2008 20:17

Radioterapia in 3 minuti anzichè nei 20-40 necessari per una seduta tradizionale. E' possibile con un nuovo sistema computerizzato collegato all' acceleratore di particelle, che consente di effettuare in pochi secondi una radioterapia estremamente precisa e rapida.

Questo innovativo sistema, unico in Italia, è attivo presso l'Istituto Clinico Humanitas di Rozzano. Si chiama 'RapidArc' e in Europa viene utilizzato solo in altri tre ospedali: a Bellinzona, Amsterdam e Copenaghen. L'apparecchio - spiega una nota di Humanitas - permette di effettuare trattamenti a intensità modulata (IMRT) irradiando con estrema accuratezza e precisione anche lesioni molto piccole. L'applicazione avviene in tempi brevissimi: solo 70 secondi, anche se l'intero trattamento, nel corso del quale il paziente viene irradiato in punti differenti, dura 3 minuti. ''E' un innovativo sistema che permette di distribuire dosi di radioterapia mirate anche in situazioni critiche - spiega Marta Scorsetti, responsabile dell'Unità Operativa di Radioterapia e Radiochirurgia dell' Humanitas - ad esempio alla base del cranio o in vicinanza del midollo spinale''. Fino ad oggi questa nuova tecnica e' stata utilizzata su lesioni tumorali e metastasi localizzate nella testa e nel collo, a livello della prostata, nella zona dell'ano-retto. Humanitas è fra i primi centri ad utilizzarla anche per trattare lesioni tumorali singole dell'addome e della pelvi.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato