Riprendono le trattative per la medicina convenzionata

Redazione DottNet | 10/09/2014 12:46

Dall'11 settembre riprendono le trattative per il rinnovo della medicina convenzionata. I lavori riprendono presso la Sisac.

 

"Occorre lavorare per sviluppare un assetto dell'assistenza e delle cure primarie in linea con quanto stabilito dal Patto della Salute ed ancora più rispondente alle esigenze del territorio e dei cittadini. Un obiettivo che deve avvalersi anche dei risultati di un confronto aperto con le organizzazioni sindacali": lo ha dichiarato il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Sergio Chiamparino.

 

"Per questo motivo - ha poi spiegato il Presidente del Comitato di settore del comparto Regioni Sanità, l'assessore alla Salute della Regione Liguria, Claudio Montaldo - riprenderanno l'11 settembre - i lavori del tavolo presso la SISAC delle trattative per il rinnovo dell'Accordo Nazionale sulla medicina convenzionata". "Si tratta di un passaggio importante - ha aggiunto Montaldo che ha seguito per le Regioni la definizione dell'Atto di indirizzo per la medicina convenzionata- anche per dare piena attuazione a quanto concordato con il Governo nel Patto per la Salute 2014-2016 in materia di assistenza territoriale e per la definizione del nuovo modello di cure primarie. I lavori del tavolo - ha assicurato il Presidente del comitato di settore del Comparto Regioni-Sanità - procederanno in maniera serrata e ci si confronterà con le organizzazioni sindacali su ogni parte dell'articolato per arrivare in tempi brevi alla sottoscrizione del nuovo Accordo con i medici di base, i pediatri e gli specialisti ambulatoriali. Siamo di fronte ad una sfida e ad un impegno per garantire ai cittadini un' assistenza sanitaria più adeguata e servizi più efficienti".

 

Fonte: conferenza regioni

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato