Diabetologi al Ministro: ecco la lista degli esami inutili e costosi

Diabetologia | Redazione DottNet | 16/09/2014 14:50

Tagliare spese inutili in diabetologia, per "puntare sull'appropriatezza delle cure" e "liberare risorse da destinare a farmaci innovativi, più efficaci, ma oggi molto limitati". E' l'appello al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che arriva da medici e pazienti di diabete, impegnati nell'elaborazione di una vera e propria 'spending' interna del settore. Tagliare spese inutili in diabetologia, per "puntare sull'appropriatezza delle cure" e "liberare risorse da destinare a farmaci innovativi, più efficaci, ma oggi molto limitati". E' l'appello al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che arriva da medici e pazienti di diabete, impegnati nell'elaborazione di una vera e propria 'spending' interna del settore.

 "Milioni di euro vengono spesi ogni anno per esami di laboratori e strumentali, ma anche per le prescrizioni improprie di inibitori di pompa protonica, al primo posto come voce di spesa complessiva per il SSN, ma non indispensabili per tutti quelli che li assumono", chiarisce Enzo Bonora, presidente dalla Società Italiana di Diabetologia (SID), in occasione del Congresso dell'Associazione Europea per lo studio del Diabete (Easd) in corso a Vienna.

"Inappropriato" e dalla "spesa non trascurabile", pari a 15-20 milioni di euro l'anno, anche il dosaggio di vitamina D, "su cui sono in corso studi mentre mancano ancora le prove di benefici", sottolinea Bonora. E la lista degli sprechi riguarda anche dosaggi di insulina, peptide C, omocisteina, fibrinogeno, proteina C reattiva. Tutti "esami costosi che andrebbero richiesti in casi limitati", ma che vengono invece prescritti spesso, anche se "non aggiungono nulla all'inquadramento clinico o alle scelte terapeutiche". Altri sprechi, sottolinea Salvatore Caputo, presidente di Diabete Italia, sono dovuti alla mancanza di prezzi standard di riferimento per i presidi dell'autocontrollo della glicemia. "Ogni anno - spiega - lo Stato spende 132 milioni perché ci sono prezzi differenti tra regioni". Tagliare gli sprechi in diabetologia è importante considerando la diffusione della malattia, in costante aumento: secondo l'Associazione Medici Diabetologi(AMD), oggi ne soffrono 3,6 milioni di persone, con costi pari a 11 miliardi annui.

fonte: amd, sid

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato