Parafarmacie a Lorenzin: detraibili anche i parafarmaci

Farmacia | Redazione DottNet | 19/09/2014 16:10

Far rientrare tra i medicinali detraibili come spesa farmaceutica anche alcuni e necessari parafarmaci: dagli integratori per gravidanza e allattamento, ai parafarmaci per trigliceridi e colesterolo, oltre che per glicemia, patologie oculari o la circolazione celebrale.

 E introdurre le detrazioni anche per i pannolini e il latte qualora le mamme siano impossibilitate ad allattare al seno. E' la proposta che il Presidente della Federazione italiana parafarmacie, Davide Gullotta, avanza in una lettera al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

"Ad oggi - scrive Gullotta - in Italia i parafarmaci non possono essere detratti come spesa farmaceutica. Esiste tuttavia una serie di patologie, situazioni cliniche e fisiologiche che obbligano all'uso di integratori alimentari fitoterapici, multi vitaminici o alimenti veri e propri che sebbene classificati come parafarmaci dovrebbero al contrario essere considerati alla stregua di farmaci. Non solo perché spesso ne rappresentano l'alternativa ma perché ancor più spesso perché ne costituiscono un cruciale complemento".

 

fonte: parafarmacie

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato