Antitrust: sì alla chiusura della supercentrale per la Gdo

Redazione DottNet | 28/09/2014 18:47

Raccolgono il placet dell’Antitrust le misure proposte da Centrale Italiana e dalle cinque catene della Gdo (Coop, Despar, Il Gigante, Disco Verde e Sigma) che fanno capo alla “supercentrale” di acquisto per non incorrere nelle sanzioni che puniscono gli accordi di cartello. Gli impegni delle cinque insegne, in particolare, non prevedono soltanto la chiusura della struttura ma anche l’interruzione di qualsiasi forma di collaborazione commerciale tra le cinque insegne.

 

Disco Verde e Sigma, precisa il Garante in un comunicato, continueranno a contrattare con Coop una parte dei propri acquisti in forza di una mandato alla negoziazione già conferito, ma tale negoziazione congiunta scatterà soltanto con i fornitori che dichiarano un fatturato superiore ai 10 milioni di euro e che non producano articoli a marchio del distributore.
Per l’Antitrust gli impegni messi nero su bianco dai cinque gruppi rimuovono «le preoccupazioni concorrenziali alla base dell’avvio dell’istruttoria», sospendono ogni collaborazione «tra le catene Coop, Il Gigante e Despar, la cui presenza sui mercati locali della grande distribuzione organizzata presenta ampie aree di sovrapposizione» e riducono il «“buyer power” dell’alleanza alle sole Coop, Sigma e Disco Verde, la cui quota sui mercati dell’approvvigionamento non supera il 20%».

 

fonte: federfarma