Consip, ecco i prezzi standard di beni e servizi sanitari

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 30/09/2014 15:23

Dai mammografi agli angiografi ecco i prezzi benchmark Consip per acquistare beni e servizi sanitari. Sono stati pubblicati sul sito del Mef gli elenchi dei prezzi di riferimento dei beni e servizi (oggetto di convenzione Consip) per gli acquisti della Pa e che comprendono anche il comparto sanitario.

 Per la sanità la lista individua i prezzi di riferimento per i mammografi, kit per l'autocontrollo della glicemia, angiografi, mineralometria ossea computerizzata, apparecchiature di telepatologia. Tutti prezzi, che se effettivamente applicati potrebbero portare secondo le stime risparmi nell'ordine del 10-20%. Nell'elenco (che sarà aggiornato man mano che nuove convenzioni Consip saranno sottoscritte e che rientra nel programma di spending review), oltre ai prezzi vengono descritte anche le "caratteristiche essenziali" dei beni da acquistare.

L'obiettivo della pubblicazione dei prezzi è duplice: da un lato agevolare la funzione di vigilanza e dall'altro essere un riferimento per le Amministrazioni che potranno con facilità, individuate le caratteristiche qualitative essenziali del bene o servizio da acquistare, confrontare le proprie iniziative di acquisto per pervenire ad una programmazione ottimale. Ma il lavoro di Consip sulla sanità non si ferma qui e va avanti già da qualche anno.

Nel 2013 Consip ha presidiato 15 miliardi (di cui 9 mld per beni sanitari in senso stretto e 6 mld per quella generica: pc, energia, buoni pasto per esempio) di spesa per beni e servizi del comparto Sanità sui 18 complessivamente presidiabili al momento. A questi si aggiunge una spesa di circa 13-14 miliardi che non è presidiabile con gli strumenti attuali ma potrà esserlo con modalità innovative nel futuro ed è proprio si questo fronte che si concentreranno gli sforzi. Vi rientrano categorie come la ristorazione ospedaliera, la gestione dei rifiuti sanitari ospedalieri, i servizi di lavanolo, i servizi di pulizia degli ospedali, i servizi sanitari e sociali.

In questo mare magnum c'è poi il dato degli acquisti effettuati direttamente da Consip che nel 2013, attraverso i vari strumenti (convenzioni quadro, Mepa, Sdapa) ha acquistato beni e servizi in sanità per circa 1,4 miliardi di euro. In ogni caso è da evidenziare che mentre nelle convenzioni è Consip che fa la gara, seleziona i fornitori e le amministrazioni possono poi rivolgersi ai fornitori selezionati da Consip acquistando direttamente senza necessità di fare le gare, nel Mercato elettronico (Mepa) e nel Sistema dinamico d'acquisto (Sdapa) Consip fornisce la piattaforma elettronica e accredita i fornitori che rispondono ai requisiti richiesti dal bando e sono poi le singole amministrazioni a fare le proprie gare sulla piattaforma Consip.

 

fonte: mef, ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato