FDA, avvertenze speciali su vecchi antipsicotici contro demenza

Redazione DottNet | 15/07/2008 17:26

fda

Inserire avvertenze speciali sui rischi di morte collegati all'uso 'off label' di farmaci
antipsicotici di vecchia generazione in pazienti con demenza.
 

A richiederle è la Food and Drug Administration (FDA), l'ente regolatorio sui medicinali americano, specificando in una nota ufficiale di aver "già provveduto nel 2005 a introdurre queste indicazioni per i nuovi antipsicotici, detti anche atipici, ma di ritenere ora necessario che anche i prodotti cosiddetti 'convenzionali' siano dotati di etichette speciali". La decisione è resa possibile grazie al Food and Drug Administration Amendments Act del 2007 (FDAAA) che rafforza i poteri dell'Agenzia.
I farmaci antipsicotici - informa la nota FDA - sono divisi in due classi: i più vecchi o 'convenzionali' e i più nuovi o 'atipici'. Entrambe sono composte da antagonisti del recettore della dopamina, che agiscono bloccando la naturale attività della dopamina nel
cervello. Differiscono però per quanto riguarda gli eventi avversi: i prodotti di ultima generazione, infatti, riducono al minimo il rischio di effetti collaterali neurologici come i movimenti involontari o i tic. Nessuno di questi prodotti è però autorizzato per il trattamento della demenza, ma principalmente tutti sono usati contro la schizofrenia. A propria discrezione, però, il medico può prescriverne l'utilizzo 'off label', cioè al di fuori delle indicazioni approvate, per la terapia di sintomi quali la perdita di memoria o altri problemi neurologici conseguenti alla demenza. "In questo senso, però - dice
Thomas Laughren, direttore della divisione Prodotti psichiatrici del Centro per la valutazione dei medicinali della Fda - è importante che le avvertenze siano aggiornate in tutti i tipi di farmaci antipsicotici".