Novartis: aumenteremo gli investimenti in Italia

Redazione DottNet | 07/10/2014 16:24

"In Italia abbiamo investito negli ultimi anni circa 1 miliardo di euro e vogliamo aumentare l'entità di questo impegno". Ma "abbiamo bisogno di un contesto migliore, sia per la certezza delle regole sia per l'aspetto fiscale". A parlare è il Ceo di Novartis, Joe Jimenez, intervistato dal Sole 24 Ore dopo l'incontro tra il premier Matteo Renzi e i manager delle aziende farmaceutiche.

 "L'Italia è stato un luogo interessante per investire perché dispone di una forza lavoro altamente qualificata per l'innovazione nel campo farmaceutico. Ma ci sono una serie di elementi" "che potrebbero rendere per noi l'Italia più attraente". Al governo, continua il Ceo, "chiediamo semplicemente certezza. Ci sono due elementi da considerare". In primo luogo "occorrerebbe "aumentare la velocità dei rimborsi. In secondo luogo è necessario applicare in modo più stringente il contesto regolamentare Ue.

Mi riferisco", spiega Jimenez, al "decreto legge del marzo 2014 in materia di farmaci da utilizzare 'off label': comprendiamo la necessità di risparmiare, ma questo deve avvenire senza vanificare gli sforzi di chi ha investito nella ricerca di farmaci con licenza". Infine torna sull'importanza degli incentivi: "il modo migliore per assicurare crescita e posti di lavoro tenendo al tempo stesso le finanze sotto controllo è stimolare gli investimenti privati". "Se il vostro premier rende l'Italia più attraente per gli investimenti privati, non sarà necessario spendere: sarà l'industria privata a generare nuovo lavoro".

 

fonte: sole24ore

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato