Dall'Enpam 100milioni ai medici per la prima casa. Salgono le aliquote

Redazione DottNet | 08/10/2014 18:22

Nel bilancio preventivo per il 2015 l'Enpam, la Cassa di previdenza dei medici e degli odontoiatri, stanzierà 100 milioni di euro per i mutui agevolati degli iscritti, destinandoli in particolare ai giovani medici e odontoiatri per l'acquisto della prima casa. Ma dal 2015 aumenteranno anche le aliquote contributive.

 

Lo ha annunciato il presidente dell'Enpam, Alberto Oliveti, intervenuto al Congresso della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) in corso a Santa Margherita di Pula, Cagliari. L'iniziativa, ha spiegato Oliveti, rientra nell'ambito di un progetto denominato Quadrifoglio, ''per operare sui fronti della copertura sanitaria integrativa, assicurazioni per responsabilità civile professionale e long-term care, previdenza complementare e accesso al credito''. 

''E dobbiamo pensare anche alla professione che muta nel suo assetto di genere: perché - ha detto ancora il presidente Enpam - il futuro della medicina sarà sempre più fatto di donne e di meno uomini, più madri e meno padri. Per questo stiamo rafforzando le tutele per la maternità e per la donna medico''. ''Abbiamo pensato - ha aggiunto - a un supporto ai colleghi che vada al di là della previdenza e assistenza tradizionale. Perché abbiamo bisogno di rafforzare il patto intergenerazionale su cui si regge tutto il nostro sistema.

Dal prossimo anno, le aliquote contributive dei medici e odontoiatri iscritti alla Cassa di previdenza ''dovranno cominciare ad aumentare come stabilito'', annuncia Alberto Oliveti. ''I nostri conti sono interessanti perché sia sul versante previdenziale sia su quello finanziario - ha evidenziato Oliveti - abbiamo più soldi del previsto. Per sapere esattamente quanti bisognerà tuttavia aspettare il consuntivo 2014 e i calcoli attuariali precisi che si potranno fare dopo la fine dell'anno. Solo allora sapremo che margini avremo per mitigare eventualmente l'aumento futuro dei contributi''. Oltre 16 miliardi di patrimonio, 12 anni di riserva legale, rendimento oltre il 5 per cento in soli sei mesi, funding ratio parecchio superiore ad uno e in tendenziale aumento: ecco i buoni numeri.

Sono ''i buoni numeri'' del patrimonio Enpam elencati da Oliveti. ''Tutto in sicurezza, perché abbiamo riformato il modello di gestione del patrimonio. Siamo impegnati per arrivare a fine mandato avendo la nuova governance perfettamente operativa. Per gli investimenti - ha spiegato - abbiamo ora barriere in entrata (con la regola dello zero virgola quando si tratta di pagare commissioni alle banche), abbiamo controlli in evoluzione (con l'introduzione di procedure certificate e con una struttura dotata di maggiori competenze e professionalità, advisor scelti con gare europee), infine abbiamo verifiche in uscita (con un comitato per il controllo interno che ci sorveglia come se fosse una corte dei conti che agisce subito)''.

 

 

Fonte: ansa