Finalità e tipologia di interventi

Martino Massimiliano Trapani | 11/11/2014 12:11

È arrivata in Italia la European Telemedicine Conference.

Prevenzione secondaria: servizi dedicati alle persone già classificate a rischio o affette da patologie e che devono sottoporsi a costante monitoraggio di alcuni parametri vitali.

Diagnosi: servizio che permettere di spostare le informazioni invece che il paziente.

Cura: servizi finalizzati a operare scelte terapeutiche e a valutare l’andamento della prognosi per pazienti la cui diagnosi è ormai certa.

Monitoraggio: gestione, anche nel tempo, dei parametri vitali grazie allo scambio di dati con il paziente.

Televisita: atto sanitario in cui il medico interagisce a distanza con il paziente e dal quale può scaturire la prescrizione di farmaci o cure.

Teleconsulto: consulenza a distanza che permette di chiedere il consiglio di uno o più colleghi, di specifica formazione e competenza, e che avviene senza la presenza fisica del paziente.

L’European Telemedicine Conference

Dopo il successo della prima edizione tenutasi a Edimburgo nel 2013, che ha riunito oltre 430 delegati provenienti da molti paesi europei, è arrivata in Italia la European Telemedicine Conference, appuntamento annuale per discutere dello stato dell’arte della telemedicina e delle sue applicazioni. La conferenza si è svolta a Roma, presso il Grand Hotel Parco dei Principi, nei giorni 7 e 8 ottobre.

L'incontro è stato organizzato e promosso da sei partner europei: Badalona Serveis Assistencials (Spagna), HIMSS Europe, NHS24 (Scozia), Norwegian Centre for Integrated Care and Telemedicine (Norvegia), OUH-Odense University Hospital (Danimarca) e UPMC Italy (Italia), la divisione italiana dell’University of Pittsburgh Medical Center.

Tra i temi trattati nei due giorni: un confronto internazionale sulle linee guida italiane per la telemedicina, la valutazione dell’efficacia delle sue applicazioni e della teleassistenza, la sostenibilità dei servizi di telemedicina, il rapporto costo-efficacia delle applicazioni e lo sviluppo economico e industriale collegato alla diffusione.