Richiesta di urgenti provvedimenti a tutela dei giovani medici

Martino Massimiliano Trapani | 11/11/2014 12:38

Allo stato attuale i giovani medici italiani vivono in un limbo formativo e professionale apparentemente privo di prospettive.

Nello specifico, diverse contingenze sono intercorse di recente, tra cui:

- Le ammissioni in sovrannumero al primo anno del corso di laurea in Medicina e Chirurgia a.a. 2013/2014, decretate dalla giustizia amministrativa nel solco di una pericolosa tendenza che negli ultimi anni sta mettendo a serio rischio l’importante e non negoziabile valore rappresentato dall’accesso a numero programmato;

- Le innumerevoli segnalazioni di disservizi e di presunte irregolarità durante i concorsi regionali per l’accesso ai Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale del triennio 2014/2017;

- Le segnalazioni di presunte irregolarità verificatesi durante il concorso per l’accesso alle Scuole di Specializzazione di area sanitaria per l’a.a. 2013/2014; in particolare, le recentissime note del MIUR, datate 01/11/2014 e 03/11/2014, con le quali, a seguito di grave e confermato errore, prima si annuncia l’annullamento dei test della seconda prova specifici per l’area medica e per quella dei servizi, indicendo una nuova prova sostitutiva per la data del 07/11/2014 e, in seconda battuta, si annuncia la validazione delle graduatorie, previo annullamento dei quesiti con Settore Scientifico Disciplinare non affine erroneamente somministrati; validazione infine avvenuta con pubblicazione delle graduatorie il giorno 5/11/2014.

In ragione di ciò, i giovani medici scriventi in qualità di membri dei Consigli direttivi e delle Commissioni Giovani degli OMCeO delle Province di Bari, Cagliari, Caltanissetta, Catania, Catanzaro, Chieti, Ferrara, Foggia, Macerata, Milano, Napoli, Palermo, Sassari e Udine esprimono profonda preoccupazione per la gravissima situazione che si è determinata a seguito dei citati eventi e chiedono:

- la messa in atto, con carattere di urgenza, di ogni necessaria misura volta ad evitare che i colleghi vittime dei gravissimi disagi legati alle sopra descritte situazioni, vedano sminuito, ritardato o addirittura annullato il loro diritto all’accesso al percorso formativo post lauream, per responsabilità di certo non ascrivibili a loro medesimi.

- che il CINECA, il MIUR e le Regioni riconoscano le proprie responsabilità e se ne facciano carico dando risposte immediate ai danneggiati e si adoperino per fornire le dovute garanzie in termini di trasparenza, rispetto delle regole e garanzie di tutela nel corso dello svolgimento dei prossimi concorsi inerenti l’accesso alla formazione post laurea di area sanitaria;

- che il Comitato Centrale ed il Presidente della FNOMCeO, nelle loro vesti istituzionali, si adoperino per tutelare sia i giovani colleghi sia il loro corretto inserimento nella formazione post lauream, in particolare attraverso la valorizzazione di una rete formativa integrata che metta insieme il meglio di Università e SSN.

- che il Ministero della Salute e il MIUR considerino l’accesso programmato al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia un valore da preservare e, facendosi garanti di una corretta pianificazione delle risorse umane in sanità, garantiscano standard di formazione ed adeguate possibilità di sviluppo professionale ai giovani medici italiani.

Vista l’assoluta gravità della situazione si confida che le Istituzioni in indirizzo si attivino per trovare le idonee soluzioni nel più breve tempo possibile. In caso contrario ci faremo noi stessi promotori di tutte le iniziative percorribili al fine di assicurare la dovuta dignità alle nuove generazioni di medici.

Dott. Rocco Guerra (OMCeO Bari) Dott. Carlo Piredda (OMCeO Cagliari) Dott. Filippo Narese (OMCeO Caltanissetta) Dott. Pasquale Gianluca Albanese (OMCeO Catania) Dott. Francesco Ursini (OMCeO Catanzaro) Dott.ssa Sara Antenucci (OMCeO Chieti) Dott. Lorenzo Capasso (OMCeO Chieti) Dott.ssa Caterina Miscia (OMCeO Chieti) Dott. Agostino Panajia (OMCeO Ferrara) Dott. Roberto Altavilla (OMCeO Ferrara) Dott. Giovanni Elia (OMCeO Ferrara) Dott. Zairo Ferrante (OMCeO Ferrara) Dott. Francesco Lapolla (OMCeO Foggia) Dott. Andrea Silenzi (OMCeO Macerata) Dott.ssa Elena Pieroni (OMCeO Macerata) Dott. Martino Trapani (OMCeO Milano) Dott. Pierino Di Silverio (OMCeO Napoli) Dott. Salvatore Moscadini (OMCeO Palermo) Dott.ssa Carla Fundoni (OMCeO Sassari)