Chirurgia Estetica - Responsabilità Medica

Professione | Carlo Ranaudo | 09/01/2015 17:53

L’obbligazione di mezzo e obbligazione di risultato. Una fattispecie a cui sono strettamente legati gli interventi di chirurgia estetica e che spesso può avere forti implicazioni nella gestione del contenzioso medico estremamente frequente in questo campo

Tribunale Ascoli Piceno Sent N° 399/12

Il Tribunale di Ascoli Piceno occupandosi di un caso di responsabilità medica, per la particolare tipologia di intervento, addominoplastica estetica chirurgia, ha statuito che deve presumersi un’obbligazione di risultato e non di mezzi, salvo diverso accordo fra le parti.

In buona sostanza, si motiva l’obbligazione di risultato, sostenendo che il risultato finale dell’operazione di chirurgia plastica consiste in un miglioramento puramente estetico dell’aspetto del paziente, non trattandosi di una patologia da curare ma da un difetto da rimuovere. In questi casi infatti l’interesse dedotto nel contratto è il conseguimento di un risultato utile, e non solo ad una prestazione diligente.

Nell’ambito dell’attività del chirurgo plastico va operata una distinzione, alla luce di questa sentenza, fra i trattamenti di chirurgia plastica diretti alla cura delle alterazioni patologiche e i trattamenti di chirurgia estetica diretti ad eliminare alterazioni somatiche, potremmo definirle inestetismi, in questa seconda eventualità si riconosce al chirurgo estetico un’obbligazione di risultato mai però avulso dal livello raggiunto dalla tecnica e dalla situazione complessiva del paziente.

Quanto fin qui detto induce a ritenere che l’obbligazione del medico, caratterizzata da un fattispecie a formazione progressiva, imponga il raggiungimento di più risultati intermedi e consoni per ottenere il risultato finale in cui s’invera la guarigione del paziente.

Sul piano processuale per quanto concerne l’onere probatorio dovrà essere il medico a dover fornire la dimostrazione di aver adempiuto gli obblighi di risultati intermedi, di cui sopra, e della loro concreta esigibilità da un punto di vista tecnico unitamente alla situazione pregressa e complessiva del paziente.

Avv. Achille D'Alessio

Esperto in Diritto Sanitario

 

Considerazioni

In questo settore sono scarse le segnalazioni per gli interventi effettuati in ambiente pubblico mentre la situazione si ribalta per quanto avviene nel rapporto privatistico tra medico e paziente. Nel secondo caso il contenzioso è estremamente frequente con un risvolto giuridico importante; il medico in genere deve garantire un operato professionale al massimo delle competenze ma non può garantire una guarigione certa o un risultato sulla salute/malattia predefinito.

Nella chirurgia estetica invece esiste questa diversa situazione o fattispecie che crea nel medico la cosiddetta obbligazione di risultato.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato