Laser ad anidride carbonica utile per il trattamento delle onicomicosi

Dermatologia | Medical Information Dottnet | 10/12/2014 15:46

La tradizionale farmacoterapia per l’onicomicosi ha un’ efficacia bassa – moderata e può provocare reazioni avverse da interazioni tra farmaci.

Uno studio su 24 pazienti ha dimostrato che l’associazione di un laser frazionato ad anidride carbonica alla terapia antifungina topica è efficace e sicuro nel trattamento della onicomicosi.

Il trattamento laser consisteva di 3 sedute a intervalli di 4 settimane.

L'efficacia è stata valutata sulla base della percentuale di risposta mediante fotografie standardizzate, un esame microscopico di detriti subungueali e valutazioni soggettive.

Tra i pazienti, il 92% ha mostrato una risposta clinica e il 50% ha mostrato una risposta completa con un risultato microscopico negativo.
I fattori che hanno influenzato un esito positivo sono stati il tipo di onicomicosi e lo spessore della lamina ungueale prima del trattamento.

Il trattamento è stato ben tollerato e non vi è stata alcuna recidiva 3 mesi dopo l'ultimo trattamento.

In conclusione, la terapia con laser frazionato ad anidride carbonica, combinata con un agente antifungino topico, è efficace nel trattamento della onicomicosi, pertanto può essere considerata un'opzione terapeutica alternativa nei pazienti per i quali sono controindicati i farmaci antifungini sistemici.

 

BIBLIOGRAFIA

Lim EH et al. Toenail onychomycosis treated with a fractional carbon-dioxide laser and topical antifungal cream. J Am Acad Dermatol. 2014 May;70(5):918-23.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato