Sclerosi multipla, presentato a Napoli lo studio Trilogy

Neurologia | Redazione DottNet | 13/12/2014 17:19

La sclerosi multipla colpisce oltre due milioni e mezzo di persone nel mondo, e si ritiene circa 450mila individui nella sola Europa; in Italia la stima è di 60mila persone. In un incontro a Napoli nella sede dell'Arsan (Centro Direzionale, isola F9), alla presenza di neurologi, farmacisti, igienisti e direttori sanitari, sono stati illustrati i risultati di uno studio denominato 'Trilogy' promosso dal Dipartimento di Sanità Pubblica della Federico II che ha visto la collaborazione di esperti del settore condotto mediante l'utilizzazione degli archivi sanitari informatizzati regionali.

Trilogy, sottolineano gli organizzatori del'evento, ''valuta non solo gli aspetti clinici, ma anche organizzativi e gestionali per arrivare a una maggiore presa in carico del paziente affetto da sclerosi multipla''. ''L'obiettivo dello studio - spiega la professoressa Maria Triassi, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica del policlinico federiciano - è stato quello di analizzare la prevalenza, il consumo di risorse e i costi a carico del servizio sanitario regionale dei pazienti residenti in Campania affetti da sclerosi multipla sulla base degli archivi sanitari informatizzati della Regione Campania.

 

La sclerosi multipla, è una malattia cronica, infiammatoria, demielinizzante del sistema nervoso centrale (coinvolge cervello, nervi ottici e midollo spinale) caratterizzata dalla distruzione della guaina mielinica che isola le fibre nervose all'interno del sistema nervoso centrale''. I dati del Trilogy verranno commentati e analizzati da esperti neurologi e da tecnici specializzati nell'analisi dei dati inseriti nei database amministrativi, nonché da rappresentanti del mondo istituzionale e manageriale della regione. ''Sarà un evento - dice il professore Giacomo Lus, responsabile di uno dei due centri Sclerosi Multipla della Seconda Università di Napoli - che rappresenta per noi clinici un momento di riflessione per programmare o costruire la rete di sclerosi multipla, una rete nella quale ogni centro è consapevole del proprio ruolo e si assume impegni di responsabilità''.

 

In Italia l'ultimo dato disponibile riporta una spesa per sclerosi multipla di 1,2 miliardi di euro l'anno, comprensiva dei costi diretti - sanitari e non - e dei costi indiretti. Si stima che il costo sociale di un paziente con sclerosi multipla sia di circa 39 mila euro l'anno, con i costi sanitari che assorbono circa il 30 per cento del totale. L'incontro di lunedì promosso dal Dipartimento di Sanità pubblica è patrocinato dall'Ordine dei medici di Napoli e provincia ed è svolto in collaborazione con l'Arsan, con alcuni Centri sclerosi multipla regionali e con Cegedim, azienda esperta nell'analisi dei dati e si svolge col contributo di Novartis. ''Uno degli aspetti più interessanti di questo studio - chiarisce la professoressa Triassi - è legato al coinvolgimento dei soggetti coinvolti nella gestione della patologia per individuare insieme percorsi più adeguati a garantire prestazioni di elevata qualità, a contrastare le diseguaglianze assistenziali e la frammentarietà dei servizi per ottimizzare le risorse''.

 

 

Fonte: federico II, asl na1

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato