Raccolta fondi per il drone-farmacista

Redazione DottNet | 22/12/2014 17:41

In situazioni di emergenza il modo più veloce per portare farmaci salvavita a chi ne ha bisogno potrebbe essere un drone. L'idea è venuta agli studenti dell'Ipsia Galilei di Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, che hanno lanciato una campagna sul web per raccogliere fondi per mettere a punto il progetto.

''Quelli che abbiamo creato finora - si legge sul sito http://www.fablabascuola.it/progetti/un-aiuto-che-viene-dal-ciel o.html - sono capaci di fare da guida turistica, di realizzare riprese video di Venezia galleggiando sulle acque della laguna e di trasportare grappa come novelli sommelier. Ora vogliamo concentrarci su un drone che sia in grado di trasportare farmaci salvavita in situazioni di emergenza''.

L'obiettivo della campagna è raccogliere 10mila euro attraverso donazioni 'diffuse' che, come avviene normalmente per il crowdfunding, danno diritto a 'premi' crescenti in base all'entità. Si va da un'ora di corso di pilotaggio droni per 50 euro a una stampante 3D per 1200. I droni degli studenti veneti, sottolinea il professore responsabile Daniele Pauletto, saranno apprezzati presto anche fuori dall'Italia. ''I droni dell'Ipsia Galilei dopo Roma al MakerFaire - annuncia sul sito - voleranno a Londra al Science-On-Stage Festival 2015''

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato