Remunerazione farmacie e distributori, slitta la scadenza

Farmacia | Redazione DottNet | 05/01/2015 15:45

Nel Milleproroghe c’è il rinvio della scadenza per la riforma della remunerazione di farmacie e distributori.

A ufficializzarlo un comunicato diffuso al termine del Consiglio dei ministri che alla, vigilia di Natale, ha dato luce verde al decreto. Per il sindacato si tratta di un risultato importante, perché tiene aperte tutte le opzioni e lascia ampio spazio di manovra per incastonare il negoziato sulla remunerazione nel confronto avviato a settembre con le Regioni. E’ la linea approvata ad ampia maggioranza nell’assemblea generale di Federfarma del 16 dicembre: come aveva spiegato ai delegati la presidente nazionale del sindacato, Annarosa Racca, il rasserenamento dei rapporti con le Regioni consiglia di “spostare” su questo tavolo il tema della remunerazione, e la proroga dà il tempo di approntare una proposta organica e strutturata che metta sul tappeto tutti i termini dell’equazione.

 

«Dobbiamo fare in modo che nel piatto entrino anche innovativi e distribuzione diretta» ha ricordato all’assemblea la presidente Racca «altrimenti si concretizzerebbe una riforma della remunerazione che non risolverebbe i problemi della farmacia di oggi». Il Milleproroghe, che ora passa alle Camere per la conversione in legge, rinvia di un anno anche il riordino delle modalità di rimborso delle strutture che erogano assistenza ospedaliera e ambulatoriale e la riforma della Croce rossa italiana.

 

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato