Sigma-Tau lancia una nuova combinazione anti-malarica

Redazione DottNet | 09/12/2008 12:43

aziende farmaci malaria

Una nuova combinazione terapeutica anti-malaria sviluppata da Sigma-tau è efficace e non dà effetti collaterali: si basa su un principio derivato dall'artemisinina ad altissima attività antimalarica ma breve permanenza nell'organismo (diidroartemisinina) e su un secondo antimalarico (piperachina) che, invece, permane per molto più tempo.

L'efficacia della combinazione è stata dimostrata in due studi presentati al 57/imo Meeting Annuale della American Society of Tropical Medicine and Hygiene di New Orleans. Secondo una nota Sigma-tau, questa combinazione, somministrata in soli tre giorni, facilita la reciproca protezione tra i due principi attivi contro l'insorgenza di resistenze. Realizzati nell'ambito del programma di sviluppo finalizzato alla registrazione del farmaco in tutto il mondo, si tratta di due vasti trials clinici di fase III, condotti in Africa e Asia su un totale di 2700 pazienti circa, di cui 1600 bambini under-5, affetti da malaria non complicata. L'associazione diidroartemisinina-piperachina è risultata efficace e rapida nella cura della malaria e nella prevenzione di nuove infezioni per un periodo prolunga.