Fda, allarme prodotti per dimagrire contaminati

Redazione DottNet | 12/01/2015 13:18

Attenzione ai prodotti e integratori dietetici che promettono miracoli nel far perdere peso in poco tempo: molti sono contaminati e contengono sostanze nascoste usate nei farmaci, ingredienti poco sicuri rimossi dal mercato, o composti che non sono stati adeguamente studiati sull'uomo. A mettere in guardia i consumatori è la Food and drug administration (Fda), l'ente Usa che regola cibi e farmaci, dove aver trovato centinaia di tali prodotti sul mercato.

Ad esempio l'Fda ha trovato prodotti per perdere peso contaminati con farmaci per cui è necessaria la prescrizione, come la sibutramina, rimossa dal mercato nell'ottobre del 2010 per aver causato problemi cardiaci e ictus, o la fluoxetina, il principio attivo del Prozac, o il triamterene, un potente diuretico che può avere gravi effetti collaterali. ''Abbiamo scoperto prodotti per perdere peso venduti come supplementi - aggiunge Jason Humbert dell'Fda - che contengono miscugli pericolosi di ingredienti nascosti, principi attivi usati nei farmaci contro l'epilessia, l'ipertensione e gli antidepressivi''. Molti di questi prodotti vengono importanti, venduti su internet e pubblicizzati pesantemente sui social media, o addirittura anche nei negozi.

Bisogna stare attenti anche se si scelgono supplementi dietetici ''naturali'', come il polline di api o la Garcinia cambogia (un frutto tropicale dolce), perchè anche in questo caso potrebbero esserci composti nascosti usati nei farmaci che necessitano la prescrizione medica. ''Il solo modo naturale di perdere peso - rileva Jamese Smith, vicedirettore dell'ufficio di valutazione dei farmaci dell'Fda - è quello di bruciare le calorie che si assumono, mangiando sano e facendo attività fisica''. L'agenzia Usa nel 2014 ha ricevuto 30 segnalazioni di danni associati a questi prodotti, tra cui ipertensione, palpitazioni cardiache, ictus, epilessia e morte, e richiamato indietro sette di questi. Per aiutare a riconoscere questi prodotti, l'Fda dà alcuni suggerimenti: mettersi in allarme se promettono di far perdere 4 kg in una settimana, usano le parole ''garantito'' o ''scoperta scientifica'', se sono venduti in lingua straniera, o tramite email di massa, se contengono erbe alternative a quelle approvate o hanno effetti simili ai farmaci con prescrizione. Il consiglio è di rivolgersi al proprio medico se si vuole usare un supplemento dietetico, fare attenzione se suona troppo bello per essere vero, e dubitare di testimonial che annunciano incredibili benefici dopo averli usati.

 

fonte: fda, ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato