Caso clinico: tumore gastrointestinale stromale diagnosticato da biopsia prostatica

Redazione DottNet | 09/12/2008 13:08

Un uomo di 56 anni inizialmente si è presentato ad un distretto di urologia con sintomi severi del basso tratto urinario e microematuria. Il paziente aveva storia di ipertensione, iperlipidemia, asma lieve, malattia da reflusso gastroesofageo, disfunzione erettile. Gli specialisti hanno prescritto analisi delle urine, misura dei livelli di PSA sierico, cistoscopia, citologia urinaria ed ultrasonografia renale.

I risultati delle analisi hanno condotto a diagnosi di iperplasia prostatica benigna. Il paziente è stato trattato con finasteride, tamsulosina e agoablazione transuretrale della prostata. 4 anni dopo, il paziente si è ripresentato presso un istituto di cura con peggioramento dei sintomi. Gli specialisti hanno prescritto misura dei livelli sierici di PSA, CT pelvica, biopsia prostatica transrectale ultrasuonoguidata, esame istologico del campione bioptico e staining immunoistochimico. La diagnosi è stata tumore gastrointestinale stromale ed è stata subito avviata terapia con imatinib 400mg/die seguita da resezione chirurgica.
Per saperne di più
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato