Ecco i nuovi Lea. Lorenzin: molto fumo sui ticket

Redazione DottNet | 16/01/2015 13:10

Saranno presentati questa settimana e vedranno varie 'new entry'. I nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea) - ovvero le prestazioni erogate dal Servizio sanitario nazionale (Ssn) ai cittadini, gratuitamente o pagando un ticket - sono in dirittura d'arrivo.

''Presenteremo i Lea questa settimana'', ha detto il ministro, e le novità non mancheranno. Nella lista delle prestazioni erogate dal Ssn, come già annunciato infatti dalla stessa Lorenzin, dovrebbero 'entrare' i trattamenti per la fecondazione eterologa, ma anche le indagini cliniche per la diagnosi della celiachia e le cure per l'endometriosi, una malattia che solo in Italia colpisce oltre tre milioni di donne.  Dovrebbero essere inclusi anche i trattamenti per la Bpco (la bronco pneumopatia cronico ostruttiva, di cui soffrono circa 1,2 milioni di italiani), malattie croniche come la osteomielite cronica e patologie rare quali la sindrome di Dravet (una forma di epilessia, associata a disturbi dello sviluppo neurologico, che insorge nel primo anno di vita) e la sindrome di Linch (una sindrome di predisposizione genetica che aumenta il rischio di sviluppare un cancro).

 

Tra le patologie 'entranti' pure il melanoma cutaneo familiare e le neoplasia endocrine multiple (Men 1 e Men 2), oltre ai trattamenti di adroterapia oncologica (che curano i tumori mediante l'impiego di protoni e di ioni carbonio). Ma tanti saranno i capitoli affrontati: dal nomenclatore tariffario delle protesi all'aggiornamento dei protocolli per la gravidanza. Un lavoro, quello della revisione dei Lea - aggiornati per la prima volta dall'entrata in vigore del decreto che li ha istituiti, nel 2001 - particolarmente complesso e durato oltre 9 mesi, vedendo impegnati il ministero, le Regioni e l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas). Per ogni capitolo deve ovviamente essere garantita la copertura finanziaria e ciò vuol dire che a fronte di nuove prestazioni che entreranno nei Lea, altre, magari obsolete, inevitabilmente dovrebbero 'uscire', anche perchè dalle Regioni si fa presente che ulteriori aggravi sarebbero insostenibili. In agenda, c'è però anche l'attesa riforma dei ticket sanitari: ''Sui ticket - ha precisato oggi Lorenzin - c'è molto fumo. Al momento c'è una commissione che sta lavorando tra Regioni, ministero Salute e dell'Economia, per un piano che sia un piano sostenibile". Altro capitolo che verrà affrontato a breve è poi quello dei Drg, ovvero il meccanismo di rimborso del costo delle prestazioni sanitarie alle aziende ospedaliere: ''Ho dato mandato, appena terminato il lavoro sui livelli essenziali di assistenza, di cominciare a lavorare - ha annunciato il ministro - per una loro revisione e armonizzazione"

 

 

fonte: ministero salute