Acquisizione Teva su Barr, commissione Ue prende tempo

Redazione DottNet | 09/12/2008 15:49

La Commissione europea prende tempo sull'acquisizione dell'americana Barr Pharmaceuticals da parte dell'israeliana Teva per 7,46 miliardi di dollari. Le autorità
regolatorie Ue incaricate di esaminare il maxi-accordo, e in particolare la sua liceità in termini di corretta competizione sul mercato, hanno prolungato il periodo di revisione fino al 22 dicembre.
 

In settembre anche l'autorità antitrust americana, Federal Trade Commission, aveva chiesto alle due aziende dettagli sul merger, ma Teva aveva ribadito la previsione di chiudere la transazione intorno alla fine dell'anno.
Teva e Barr - ricorda Reuters - hanno comunque attenuato alcuni timori sul carattere 'anticompetitivo' dell'acquisizione concordando di vendere 17 farmaci generici alla rivale statunitense Watson Pharmaceuticals, per 36 milioni di dollari.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato