Lazio, è online la biblioteca per medici e operatori della sanità

Redazione DottNet | 09/02/2015 16:38

E' online, con l'adesione di tutte le Asl del Lazio, la Bal, la biblioteca 'Alessandro Liberati' del Servizio sanitario regionale del Lazio, una fonte per tutti i medici e gli operatori della sanità per aggiornarsi e fornire cure in linea con le più recenti ricerche internazionali. A presentare la Bal il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, con la direttrice dell'Epidemiologia del Servizio sanitario regionale e il direttore della Pensiero Scientifico Editore Luca De Fiore.

Con loro il coordinatore della Cabina di Regia Alessio D'Amato e la direttrice della programmazione sanitaria Flori Degrassi. Alla conferenza stampa ha partecipato anche David Tovey, responsabile editoriale della Cochrane Library, l'ente no-profit che si occupa di mappare l'immensa produzione della ricerca scientifica medica mondiale e di produrre delle 'revisioni sistematiche' sintetiche e più accessibili. Su http://bal.lazio.it è a disposizione un glossano con circa 300 voci, link alle più prestigiose risorse internazionali, schede delle principali riviste biomediche, notizie con segnalazioni di articoli, check list per la valutazione critica della letteratura scientifica, un motore di ricerca per le linee guida. Con questa iniziativa la Regione Lazio e le aziende sanitarie che partecipano "scelgono di puntare sulla formazione e aggiornamento del personale. che rappresentano il principale motore della sanità" è stato sottolineato.

 

 

Alessandro Liberati, a cui è intitolata la biblioteca, è un epidemiologo e ricercatore scomparso nel 2012 che ha dedicato la vita a promuovere l'uso delle cure utili nell'assistenza al malati. La Bal ha il compito di guidare a un uso consapevole e critico delle fonti, e si propone di motivare gli operatori a una frequentazione costante e razionale della letteratura medico-scientifica autorevole, facilitare l'accesso alle conoscenze scientifiche di qualità disponibili gratuitamente, sviluppare un luogo offline di confronto e di scambio tra gli operatori, promuovere l'applicazione delle prove di efficacia nella pratica clinica e nella gestione dei servizi sanitari e stimolare l'interesse dei professionisti per le metodologie finalizzate all'Health Technology Assessment. "Sono sempre stato un fan delle tante opportunità che la Rete offre per lo sviluppo - ha affermato Zingaretti - ma non c'è dubbio che una delle grandi questioni irrisolte sull'utilizzo della Rete su vasta scala è la certezza delle fonti. Quindi inaugurare un luogo virtuale di diffusione della conoscenza di qualità è parte importante di questo sforzo di ricostruzione del nostro modello di difesa della salute. In una sanità fatta di urgenze e spesso emergenze - ha proseguito - facilitare l'accesso alle nozioni attraverso uno strumento agile può fare la differenza. Infine, la Bal contribuisce a fornire alla rete delle Asl regionali un'unica porta di accesso alle nozioni, in modo che l'approvvigionamento di notizie non sia più casuale. Facciamo ordine anche in questo campo, il progetto si colloca tra le best practice che nascono qui nella nostra Regione e in sanità. Irrobustire la prevenzione con fonti certificate è il prossimo step sul quale vogliamo lavorare - ha concluso - Abbiamo investito, e continueremo a investire, affinché questo input di conoscenza vera arrivi anche ai cittadini".

 

 

Fonte: regione Lazio

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato