Dentista a basso costo per i dipendenti degli studi professionali

Redazione DottNet | 13/02/2015 18:47

Cure odontoiatriche meno gravose per segretarie ed altri lavoratori degli studi professionali. A prevedere la possibilità di un'assistenza sanitaria integrativa (estesa anche ai familiari dei dipendenti) è l'intesa, presentata a Roma, fra l'Associazione nazionale dentisti italiani (Andi) e la Cassa di assistenza sanitaria integrativa per gli studi professionali (Cadiprof).

Una chance, denominata 'Dentista di famiglia', di importante risparmio e protezione da spese mediche impreviste (e, spesso, assai onerose), nell'attuale stagione di crisi economica, a beneficio di circa 350.000 persone (che con i congiunti raggiungono la quota di circa un milione) alle dipendenze di avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, ingegneri, architetti, notai, medici e altre categorie iscritte a Cadiprof; un'opportunità preziosa per usufruire di prestazioni terapeutiche di qualità in odontoiatria messe a disposizione dai 24.000 dentisti dell'Andi aderenti su tutto il territorio nazionale, grazie ad un contributo erogato da Cadiprof per le spese sostenute. I pazienti potranno beneficiare, oltre che di un iter amministrativo più veloce, di un rimborso a condizioni vantaggiose: per gli interventi di riabilitazione protesica tramite impianto è previsto, infatti, si legge nell'accordo, un rimborso del 25% della spesa fino a un massimo di 450 euro per un impianto, 850 euro per 2 impianti e 1.200 euro per 3 o più impianti eseguiti nel medesimo piano di cura.

 

 

E per i trattamenti ortodontici per i figli viene garantito un rimborso del 20% della spesa fino a 450 euro per ciascun anno di trattamento per un massimo di due annualità. Secondo il presidente di Cadiprof e di Confprofessioni, Gaetano Stella, oggi "si segna un ulteriore passo avanti per il welfare degli studi professionali", mediante un'inizitiva "calibrata sulle specifiche caratteristiche degli studi, dove la percentuale di donne e giovani sfiora il 90% degli occupati". Un progetto, aggiunge, "innovativo perché garantisce unitamente ai benefici economico sociali descritti, garanzia di qualità nella prestazione, senza vincolare il dentista ad uno specifico protocollo/tariffario. Analoga importanza riveste la libertà per l'iscritto di accedere alla garanzia presso qualunque professionista", chiude Stella.

 

 

Fonte: andi, cadiprof

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato